L’opposizione difende la mozione sull’ex asilo: "È stata fraintesa" - La replica al Comitato cittadino per il Carlo Della Penna
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 16/11/2016

L’opposizione difende la mozione
sull’ex asilo: "È stata fraintesa"

La replica al Comitato cittadino per il Carlo Della Penna

Immagine di repertorio"Dispiace che gli attivisti del Comitato cittadino per l’asilo Carlo Della Penna abbiano frainteso il senso e, soprattutto, la finalità della mozione presentata da tutti i consiglieri comunali di minoranza. La mozione, infatti, è stata concepita, durante la seduta del Consiglio comunale, quando, come previsto dall’art. 60 del regolamento consiliare, le risposte all’interpellanza presentata dal consigliere Prospero, fornite dall’amministrazione comunale, non sono state considerata esaustive da tutta la minoranza". Così i consiglieri Francesco Prospero (Progetto Per Vasto), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Alessandra Cappa (Unione Per Vasto), Alessandro D’Elisa (Gruppo Misto), Nicola Del Prete (Vasto 2016), Vincenzo Suriani (Fratelli d’Italia) ed Edmondo Laudazi (Nuovo Faro), in replica alla nota diffusa dal Comitato cittadino per l'asilo Carlo Della Penna (qui l'articolo).

Per i consiglieri di opposizione, "l’amministrazione non ha chiarito, in alcun modo, cosa intende fare per l’asilo Carlo della Penna e si è limitata, solamente, a confermare le notizie apprese dagli organi di stampa relative alla creazione di una Commissione Atipica, costituita da tecnici scelti in parte dal Comitato e in parte dall’amministrazione comunale, con il compito di effettuare uno studio sulla stato della struttura. La finalità che avrebbe dovuto perseguire la Commissione Politica, oggetto della mozione, sarebbe stata proprio quella auspicata dal predetto Comitato, ossia elaborare proposte per il futuro dell’asilo Carlo della Penna, in sinergia con la Commissione Tecnica Atipica nominata dal sindaco, consentendo anche alle minoranze di dare il proprio contributo. Il comunicato del Comitato, invece, sembra correre in soccorso di una maggioranza, sul punto indifendibile, e sembra condividere la volontà dell’amministrazione di tenere, ancora una volta, in disparte la minoranza anche quando si mostra inequivocabilmente collaborativa. La nostra volontà non è quella di entrare in polemica con il Comitato e ci auguriamo che, a breve, possa esserci un incontro chiarificatore delle relative posizioni, scevro da interessi elettorali, finalizzato, unicamente, alla salvaguardia dell’asilo Carlo della Penna che, ad oggi, a parte alcuni 'lavori di giardinaggio' eseguiti nei giorni scorsi, versa ancora in stato di abbandono".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi