Vasto   Attualità 19/10/2016

Terapie endovenose, al San Pio
tecniche all’avanguardia

Oggi un incontro dedicato al personale sanitario

In questa giornata il personale sanitario dell’ospedale San Pio di Vasto sarà chiamato a partecipare ad una conferenza organizzata dall’unità operativa complessa di Anestesia e Rianimazione nell'ambito della U.O.S.D. Day Surgery diretta dal dottor Filippo Marinucci. Al centro dell’attenzione ci saranno le nuove tecniche per le terapie endovenose che hanno l’obiettivo di preservare il patrimonio venoso del paziente in caso di cure prolungate, come possono essere i cicli chemioterapici per i pazienti oncologici. Attraverso piccoli interventi chirurgici, effettuati in day surgery, vengono impiantati dei sistemi che permettono poi di effettuare la terapia endovenosa senza andare ad incidere in maniera compromettente sul paziente. Si tratta di interventi che vengono effettuati dai medici anestesisti e permettono di ridurre i tempi di inizio delle terapie, vista la rapida risposta del paziente.

Nell’ospedale di Vasto, dove questo tipo di approccio alle terapie endovenose è iniziato da 5-6 anni con il dottor Filippo Marinucci, si è andati avanti con l’introduzione del controllo ecografico di cui è responsabile la dottoressa Paola Acquarola, permettendo di diminuire i rischi e dando un servizio al territorio, poichè in altri presidi ospedalieri questo tipo di interventi non vengono effettuati. Dai 10-15 interventi all’anno si è così passati ai 120-130. “È una metodica che migliora il comfort per il paziente - spiegano i medici di rianimazione - e permette di effettuare meglio la terapia”. Nell’incontro del 19 ottobre i colleghi del San Pio potranno conoscere al meglio queste tecniche grazie alla relazioni del dottor Enrico De Lutio (specialista degli accessi vascolari), della dottoressa Paola Acquarola (responsabile scientifico dell’incontro) e di Emanuele Lattanzio, infermiere dell’ospedale di Vasto inserito nell’equipe che si occupa di questi interventi. 

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi