"Io non rischio", a Furci protezione civile in piazza - I volontari incontrano i cittadini per parlare di rischio sismico
 
Furci   Attualità 16/10/2016

"Io non rischio", a Furci
protezione civile in piazza

I volontari incontrano i cittadini per parlare di rischio sismico

La protezione civile di FurciPer due giorni volontari in piazza a Furci per diffondere le buone pratiche di protezione civile. Il gruppo comunale di Furci è stato presente ieri e lo sarà anche oggi in piazza Beato Angelo prendendo così parte alle giornate nazionali “Io non rischio”. Per il sesto anno migliaia di volontari in tutta Italia incontreranno i cittadini per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare le popolazioni sul rischio sismico, sul rischio alluvioni e sui maremoti.

“In un Paese esposto a molti rischi naturali - spiega Mario Mazzocca, responsabile della protezione civile in Abruzzo - assumono fondamentale importanza la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze, l’adozione di buona pratiche e di alcuni semplici accorgimenti per poter dire, appunto io non rischio”. A San Salvo, uno dei 41 comuni abruzzesi che partecipa all’iniziativa, è il gruppo Fir Cb San Vitale ad incontrare i cittadini. 

La campagna “Io non rischio” è nata nel 2011, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas, Ingv e Reluis, la rete dei laboratori universitari di ingegneria sismica.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi