Donazione organi più facile con "Una scelta in Comune" - Vasto aderisce al progetto nazionale. Carta d’identità su appuntamento
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 04/10/2016

Donazione organi più facile
con "Una scelta in Comune"

Vasto aderisce al progetto nazionale. Carta d’identità su appuntamento

Gabriele Barisano e Maria MolinoAnche Vasto aderisce al progetto nazionale Una scelta in Comune, che facilità la donazione di organi a tessuti. All’atto del rinnovo della carta d’identità, ad ogni cittadino maggiorenne basterà firmare un’apposita dichiarazione al momento del rilascio o del rinnovo della carta d’identità e, in questo modo, presterà il consenso all’espianto degli organi dopo la sua morte. L’iniziativa è stata presentata stamani dal sindaco, Francesco Menna, dall’assessore ai Servizi demografici, Gabriele Barisano, dal consigliere comunale Maria Molino e dalla responsabile dei Servizi demografici comunali, Maria Saracino.

"Abbiamo aderito - sottolinea Menna - ad un progetto nazionale e, al momento, siamo uno dei pochi comuni in Abruzzo".

“L’obiettivo – commenta Maria Molino – è avvicinare il cittadino, coinvolgendolo nel discorso donazione. La dichiarazione può essere successivamente modificata”.

Quando il cittadino ritira o rinnova la propria carta d'identità può esprimere la propria volontà all'ufficiale d'anagrafe, firmando l'apposito modulo

"Nel 2015 - ricorda Barisano - al progetto avevano aderito solo 15 mila cittadini. Oggi le adesioni sono salite a oltre 200mila. Un incremento esponenziale a seguito dell’entrata in vigore della nuova normativa. La fascia più sensibile alle donazioni è quella tra i 35 e i 50 anni. Per coinvolgere anche le altre fasce d’età, sarà importante la campagna informativa e di sensibilizzazione".

"Le dichiarazioni raccolte  – spiega Maria Saracino – saranno trasmesse al Sistema informativo trapianti, che confluisce nel sistema informativo della sanità nazionale. L’operatore anagrafico intervisterà e informerà il cittadino, che firmerà il modulo di adesione in duplice copia: una rimarrà al dichiarante, l’altra agli atti del Comune. Un’attività che richiederà un impegno maggiore e un’attenzione nello spiegare l’impianto normativo agli utenti. Per garantire la privacy, abbiamo spostato la postazione” in cui si può firmare il concenso al trapianto di organi e tessuti “e previsto il rilascio della carta d’identità tramite appuntamento”.

Gli uffici dell'anagrafe sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 ed il giovedì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30. Per prendere appuntamento al fine del rilascio della carta d’identità, si può telefonare allo 0873 309302.

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi