Un bolide per salvare vite umane: ecco la Lamborghini della polizia - A Vasto una delle vetture utilizzate per il trasporto di organi
 
Vasto   Attualità 02/10/2016

Un bolide per salvare vite umane:
ecco la Lamborghini della polizia

A Vasto una delle vetture utilizzate per il trasporto di organi

La Lamborghini della polizia in piazza BarbacaniHa attirato l'attenzione di tanti curiosi la Lamborghini Huracàn con la livrea della polizia stradale che venerdì mattina ha fatto la sua comparsa in piazza Barbacani. Il bolide azzurro era presente a Vasto, insieme ad altri mezzi, in occasione della scopritura di una targa dedicata a Maurizio Zanella, vice sovrintendente della polizia stradale caduto in servizio il 30 agosto 2012 [LEGGI]. La presenza in centro storico dellla Lamborghini della polizia è stata l'occasione per tanti di ammirarla da vicino e scattare una foto ricordo. Il capo pattuglia, sovrintendente capo Giuseppe Pizzi, ci ha illustrato le caratteristiche di questa vettura speciale spiegandoci come la Lamborghini sia una vettura che la polizia impiega per salvare vite umane. Infatti la vettura che può superare i 300 kmh/h non è un "vezzo" della polstrada ma, ormai da diverso tempo, la Lamborghini dona le sue vetture per il trasporto di organi. Infatti, quando particolari circostanze lo richiedono poichè non si può procedere al trasporto con elicotteri, aerei o altri mezzi, sono proprio gli agenti della polizia a trasportare organi da un ospedale all'altro della penisola.

Oggi le vetture speciali sono in servizio presso le sottosezioni di Roma, Bologna e Milano. Poi, una volta che la consegna degli organi è andata a buon fine, la pattuglia della Lamborghini, nel fare rientro alla base, supporta i coleghi nei normali servizi legati alla sicurezza stradale.

Guarda il video

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti


Video - Una Lamborghini per il trasporto di organi

L'intervista al sovrintendente capo Giuseppe Pizzi della Polizia Stradale di Roma. Servizio di Giuseppe Ritucci - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina



 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi