Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Carunchio   Attualità 22/09/2016

Carunchio, accordo per dare
nuova vita a Palazzo Castelli

Progetto pubblico-privato: potenzierà la rete turistica del territorio e non solo

Da rudere diroccato a punto di forza di un rinnovato centro storico. Pare essere questa la sorte di Palazzo Castelli a Carunchio. Nel consiglio comunale del 17 settembre scorso è stato approvato l'accordo di programma tra il Comune e la proprietà dell'immobile per un progetto di riqualificazione che metta a disposizione del paese l'edificio storico a scopo didattico e culturale.

L'edificazione di Palazzo Castelli è fatta risalire al XIV secolo (conclusasi agli inizi del '700); è considerato "uno dei più interessanti esempi di casa gentilizia esistenti nella provincia di Chieti". Oggi è della famiglia Criscio, già proprietaria dell'adiacente Palazzo Tour D'Eau che durante l'anno ospita numerosi turisti provenienti dagli Stati Uniti.
L'accordo raggiunto tra Comune e proprietà prevede la "concessione in comodato d’uso gratuito all’amministrazione comunale di Carunchio, per una durata di 20 anni parte dei beni recuperati, al fine di consentire la massima fruizione e utilizzazione pubblica del bene medesimo" con "destinazione d’uso adibita a scopi didattici, culturali, scientifici e sociali". La famiglia Criscio si impegna inoltre a redigere il progetto esecutivo di riqualificazione.
L'ente, da parte sua, si impegnerà a "richiedere i finanziamenti pubblici per la realizzazione dell’opera, tra cui quelli derivanti dalla quota dell'otto per mille dell'Irpef devoluta alla diretta gestione statale, nonché, quelli resi disponibili dalla Comunità Economica Europea e/o dal Governo e/o dalla Regione Abruzzo".

Palazzo CastelliL'obiettivo dell'amministrazione è quello, quindi, di completare l'offerta turistica locale e un itinerario di tutto rispetto dal punto di vista storico e artistico non solo territoriale, ma esteso allo scenario provinciale e regionale.
Il sindaco Gianfranco D'Isabella commenta così: "Con questa opera si arriverà alla riqualificazione definitiva del centro storico del Comune di Carunchio. Da tempo stavamo lavorando con la proprietà per un accordo tra pubblico e privato che promuovesse la riqualificazione di Palazzo Castelli. L'intenzione, così come specificato nella convenzione, è destinarlo ad attività didattiche e turistiche. Abbiamo tutte le carte in regola per andare alla ricerca dei fondi necessari, ad esempio quelli dell'8 per mille dell'Irpef destinati ai beni storici in abbandono e che rischiano di essere compromessi".

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi