CHIUDI [X]
 
Vasto   Politica 20/07/2016

"L’ospedale non è una piazza",
la replica del direttore generale

Intervento di Pasquale Flacco dopo il "blitz" dei Cinque Stelle

L'ospedale di Vasto"Non abbiamo nulla da nascondere, né scheletri né brutture, e non è nostra abitudine oscurare alcunché della struttura, ma l’ospedale non è una piazza, aperta a tutti a qualunque ora, perché va preservato il regolare svolgimento delle attività di diagnosi e cura e occorre per forza tenerne conto". Così il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Pasquale Flacco, dopo le contestazioni di Pietro Smargiassi per "l'interruzione" della "visita ispettiva" effettuata alcuni giorni fa con la consigliera comunale Ludovica Cieri, (qui l'articolo). Come ricorda lo stesso direttore generale, "è buona regola, seguita da tutti, e dico tutti, i rappresentanti delle istituzioni che vogliano visitare l’ospedale, farne richiesta alla direzione, che non ha mai negato l’accesso a nessuno, né si preoccupa di preordinare percorsi con l’idea di mostrare solo il meglio. Anche i Nas, che le ispezioni le fanno davvero e per mestiere, seguono questa semplice indicazione, che non sminuisce il ruolo di nessuno e garantisce il rispetto di tutti".

In merito alle contestazioni mosse, poi, Flacco precisa: "I posti letto di area Medica saranno semplicemente rimodulati e non se ne perderà nessuno, perché la Medicina da 14 passerà a 30, assorbendo i 16 posti letto della Geriatria, e la Lungodegenza rimarrà a 16 posti letto, organizzati secondo intensità di cura. Non ci saranno, quindi, buchi assistenziali di alcun tipo. Quanto poi alla nuova Tac per la Radiologia, confermo che sono in corso le procedure di acquisto, a cui faremo fronte con fondi del nostro bilancio, perché non c’è alcun finanziamento dedicato e nessuno ci ha dato un soldo. Il 'San Pio', come gli altri nostri ospedali, non ha bisogno di ispettori né di giustizieri che vanno a scoprire chissà quali magagne: limiti e necessità li abbiamo ben chiari, possiamo giovarci solo di chi è disposto a dare una mano per risolvere i problemi e fare funzionare meglio le cose".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi