Tv e quadri per un ospedale più accogliente - Nuova iniziativa dell’associazione Ricoclaun
 
Vasto   Attualità 08/07/2016

Tv e quadri per un
ospedale più accogliente

Nuova iniziativa dell’associazione Ricoclaun

Rosaria Spagnuolo, Irene De Mattia e Rosanna FlorioSette televisori e 3 pannelli fotografici, questo il dono giunto dall'associazione di clown-terapia Ricoclaun all'ospedale "San Pio da Pietrelcina" di Vasto, attraverso un progetto partito l'anno scorso con la Banca d'Italia: "Per caso - ha spiegato la presidente dell'associazione, Rosaria Spagnuolo, durante la conferenza stampa di questa mattina presso la Direzione sanitaria dell'ospedale - ci siamo imbattuti in questo bando di concorso finanziato per un terzo dalla Banca d'Italia. A seguire, siamo riusciti a coinvolgere la Bper per gli altri due terzi e così donare all'ospedale sette televisori, due grandi, rispettivamente per il pronto soccorso e la Radiologia, e 5 per le stanze di Pediatria. Inoltre abbiamo donato anche tre pannelli fotografici con opere di Costanzo D'Angelo.

Presenti all'incontro, il direttore sanitario dell'ospedale, Rosanna Florio, la rappresentante del Pd alla Camera, Maria Amato, l'assessore regionale alla Programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, la direttrice della filiale vastese della Bper, Irene De Mattia, e Luciana Salvatorelli dell'associazione "Un buco nel tetto", che ha contribuito all'iniziativa.

Per l'occasione, la dottoressa Florio ha ringraziato l'associazione Ricoclaun per l'ulteriore iniziativa portata avanti nell'interesse dell'ospedale di Vasto, mentre la dottoressa De Mattia della Bper ha sottolineato la condivisione dell'iniziativa, in spirito di collaborazione: "Tutti possiamo fare la nostra piccola parte. Da soli non si va da nessuna parte".

In chiusura il saluto dell'onorevole Amato e dell'assessore Paolucci: "Noi - ha sottolineato la deputata del Pd - stiamo cercando nel nostro piccolo di lavorare per ridare credibilità a questa politica da cui ormai i cittadini si sentono distanti. E in questo particolare momento le attività di volontariato sono da traino proprio per quella credibilità che molti non riconoscono più alle istituzioni".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi