Grave incidente in corso Mazzini, perde la vita una 34enne vastese - Lo scontro ha coinvolto due auto e una moto. Vani i soccorsi per la donna
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 01/07/2016

Grave incidente in corso Mazzini,
perde la vita una 34enne vastese

Lo scontro ha coinvolto due auto e una moto. Vani i soccorsi per la donna

Roberta Smargiassi7.00 - Si svolgeranno domani, domenica 3 luglio, nella chiesa dell'Incoronata, i funerali di Roberta Smargiassi, morta a causa dell'incidente in cui è rimasta coinvolta ieri sera. Le sue condizioni erano apparse sin da subito gravissime ai soccorritori intervenuti in corso Mazzini. I suoi familiari e gli amici hanno sperato fino all'ultimo che ce la potesse fare ma le ferite e i traumi provocati dall'incidente erano di una gravità tale da rendere inutile ogni intervento.

1.00 - Non c'è stato nulla da fare per la 34enne vastese vittima del grave incidente avvenuto nella tarda di ieri a Vasto, all'incrocio tra corso Mazzini e via Giulio Cesare con il coinvolgimento di due autovetture e uno scooter. Roberta Smargiassi è morta poco dopo il suo arrivo al San Pio da Pietrelcina di Vasto. Le ferite e i traumi riportati nel violentissimo urto le sono stati fatali. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118, intervenuti sul posto, e i tentativi operati dai medici dell'ospedale vastese. 

Il luogo dell'incidente

Saranno i carabinieri della compagnia di Vasto, che hanno effettuato minuziosi rilievi sulla scena dell'incidente, a ricostruirne nel dettaglio la dinamica ed attribuire le responsabilità di quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione dei fatti la 34enne vastese si immetteva in sella al suo Yamaha Sh650 nell'incrocio ed è qui che c'è stato il violentissimo impatto con la Fiat Punto guidata da un giovane. Dopo l'impatto con la moto, la Punto è finita contro una Renault Clio che si trovava nell'opposta corsia di marcia (e che pare fosse ferma allo stop). Lo scooter è finito contro uno dei semafori che regolano nell'incrocio, mentre il corpo della donna, dopo l'impatto con il parabrezza della vettura, è ricaduto pesantemente sull'asfalto. Dopo le prime cure sul posto da parte dei sanitari del 118, allertati da alcuni presenti, la corsa in ospedale che purtroppo si è rivelata vana.

Nello svolgimento delle indagini militari analizzeranno anche i filmati della videosorveglianza, con almeno tre telecamere che inquadrano l'incrocio. Da verificare in modo particolare le segnalazioni dei semafori che regolano l'incrocio al momento dell'incidente. I guidatori delle due autovetture sono stati sottoposti agli accertamenti del caso e il magistrato di turno ha disposto il sequestro dei mezzi. 

La moto e le due auto sullo sfondo

1 luglio - 23.45 - Gravissimo incidente all'incrocio tra corso Mazzini e via Giulio Cesare. La dinamica è ancora da ricostruire: nello scontro sono rimaste coinvolte due auto (una Fiat Punto e una Renault Clio) e una moto (una Honda Sh 650). A bordo di quest'ultima c'era una giovane di 34 anni, R.S., che ha riportato ferite gravi; la donna avrebbe perso molto sangue, i primi a soccorrerla sono stati i passanti, l'ambulanza del 118 l'ha poi trasportata in codice rosso al "San Pio".

Dopo il violento impatto il ciclomotore è finito contro contro il semaforo che regola l'incrocio. Sul posto ci sono i vigili del fuoco di Vasto e i carabinieri per i rilievi del caso.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi