Vasto   Politica 09/06/2016

Niente premio di risultato,
scioperano i lavoratori Cerella

Domani la protesta di 4 ore: "Parco macchine inadeguato"

Incroceranno le braccia domani per quattro ore i lavoratori della società di trasporti Autoservizi Cerella srl. 

Le sigle sindacali Fit Cisl, Uiltrasporti e Faisa Cisal hanno redatto un comunicato congiunto per "denunciare la situazione precaria e disagiata in cui si trovano i lavoratori", 60 dipendenti dell'azienda, che fa parte del gruppo Arpa (Autolinee regionali pubbliche abruzzesi).

"I tentativi di un confronto con l’azienda - scrivono i sindacati - sono iniziati da mesi, a partire dalla prima procedura di raffreddamento di aprile, seguita poi dalla seconda fase, senza ottenere alcun risultato.

Sono rimaste irrisolte questioni fondamentali come parco macchine inadeguato, fermate non a norma, controllo dell’evasione tariffaria inesistente, pulizia delle macchine sempre più superficiale, mancata consegna del vestiario estivo. In più, la rotazione e l’attribuzione dei turni è ancora confusa ed irregolare e si continua a ritardare l’attivazione del premio di risultato previsto dal Ccnl.

L’azienda è indifferente a tali problematiche e del tutto riluttante alla risoluzione di esse, mentre i lavoratori quotidianamente continuano ad affrontare difficoltà. Il tempo delle discussioni è terminato e sindacati e lavoratori non ci stanno più.

Le segretarie regionali Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, congiuntamente, hanno indetto una prima azione di sciopero di 4 ore per venerdì 10 giugno. Il personale viaggiante si fermerà dalle 8.30 alle 12.30 e il personale di uffici e officina le ultime 4 ore del turno. Da troppo tempo inoltre nella Cerella i lavoratori sono costretti a convivere con un ambiente ostile ove manca la opportuna serenità. È giunto pertanto, nostro malgrado, il momento di interrompere definitivamente queste inefficienze".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi