Premiati sei studenti meritevoli nel ricordo di Giovanni D’Aurizio - A San Salvo la XV edizione del premio dedicato all’ex professore del Mattioli
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 26/05/2016

Premiati sei studenti meritevoli
nel ricordo di Giovanni D’Aurizio

A San Salvo la XV edizione del premio dedicato all’ex professore del Mattioli

Un momento della premiazioneEdizione importante per il Premio "Giovanni D'Aurizio" arrivato al suo 25° anno. Questa mattina all'istituto superiore "Mattioli" di San Salvo sono stati premiati sei studenti che si sono contraddistinti nel proprio corso di studio. "Abbiamo bisogno di giovani che investono su preparazione e merito", ha sottolineato la dirigente scolastica Ester Castaldo prima di passare alla premiazione con la signora Nicoletta D'Aulerio, moglie del compianto D'Aurizio, professore nella stessa scuola. Gli alunni premiati per l'anno scolastico 2014/2015 sono stati Nicole Brandone, Christinus Alexander Daniel (assente perché all'estero), Giacomo Turdò, Stefano Grimaldi, Daniele Lucci e Luca Meo.

L'edizione di quest'anno non può non essere influenzata dalle novità riguardanti l'Alternanza Scuola Lavoro diventata obbligatoria. Non proprio una passeggiata per gli istituti del Vastese nella ricerca di aziende disponibili a ospitare gli studenti. "Tra le eccezioni – ha detto la Castaldo – c'è stato Graziano Marcovecchio che con il progetto Nsg Pilkington sta ospitando 12 ragazzi per ogni istituto. Tutti gli siamo grati, per la prima volta un imprenditore si è fatto carico delle istanze della scuola". 
Così alcuni degli studenti del "Mattioli" hanno raccontato la propria esperienza. Hanno toccato con mano le "differenze" tra i due mondi tra le quali "la sveglia molto presto, il rispetto delle regole, il divieto di usare il telefonino ecc.".

I ragazzi raccontano l'esperienza in PilkingtonSulla contiguità delle dimensioni "scuola" e "lavoro" c'è stata anche la testimonianza di Dorina Di Ninni, ex studentessa del "Mattioli". "Dopo il diploma – ha raccontato – non sapevo cosa fare e ho deciso di mettere in pratica gli insegamenti della Simulimpresa che avevo seguito a scuola con il prof. Pagano. Insieme a mia sorella ho dato vita a un'attività nel campo della termoidraulica, settore nel quale mio padre aveva una precendete esperienza".

La mattinata si è conclusa con l'intervento della presidentessa dell'Università delle Tre Età di San Salvo, Vania Perrucci. Da tempo l'associazione usufruisce delle strumentazioni e dei locali del laboratorio sartoriale della scuola, nella quale nell'ultimo anno non si è riformato il corso di Moda. "Sin dall'inizio delle nostre attività – ha detto la Perrucci – abbiamo rivolto la nostra attenzione alle scuole, dove la cultura nasce; abbiamo sostenuto economicamente le iniziative culturali e rilasciato attestati per alcune attività valevoli al fine del riconoscimento dei crediti formativi".
Per suggellare l'amicizia e la collaborazione tra l'istituto e l'associazione, l'Università delle Tre Età (presente con il proprio direttivo) ha donato alla scuola un videoproiettore. 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi