"Nuova vita ai diritti", raccolta firme per la legge sul lavoro - Sindacati in Comune per la firma della Carta dei diritti universali del lavoro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 24/05/2016

"Nuova vita ai diritti", raccolta
firme per la legge sul lavoro

Sindacati in Comune per la firma della Carta dei diritti universali del lavoro

L'incontro in ComuneGermano Di Laudo, segretario generale Cgil Chieti, Marco Ranieri, segretario di organizzazione dello stesso sindacato, Carmine Torricella, Filcem-Cgil, e Vincenzo Del Vecchio, del Sindacato Pensionati, sono stati ricevuti questa mattina dal sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, per la firma della Carta dei diritti universali del lavoro, una proposta di legge di iniziativa popolare che, come spiegato da Germano Di Laudo, tende ad estendere i diritti universali del lavoro, indipendentemente dal tipo di contratto del lavoratore: "Negli ultimi 25 anni la società è cambiata, anche nel settore del lavoro. Con questa proposta di legge vogliamo prenderne atto e indirizzare la Carta dei diritti a tutti i lavoratori, non solo ai dipendenti. Diritti quindi in capo alle persone, non alle tipologie di contratto. Offriamo alla discussione un nuovo modello di tutele per un mondo del lavoro diverso, con più diritti e meno precarietà".

"La mia presenza oggi - ha poi sottolineato Lapenna - testimonia la piena adesione del Comune di Vasto a questa iniziativa, nella convinzione dell'importanza di estendere diritti che devono essere universali e non legati a particolari tipologie contrattuali".

Per portare all'attenzione del Parlamento la proposta di legge, quindi, la raccolta firme promossa dai sindacati. Il Comune di Chieti ha già aderito e da oggi anche il Comune di Vasto.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi