"Concentrare l’attenzione sui problemi reali delle famiglie" - Unioni civili, Desiati risponde al quesito di due lettori di Zonalocale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 23/05/2016

"Concentrare l’attenzione
sui problemi reali delle famiglie"

Unioni civili, Desiati risponde al quesito di due lettori di Zonalocale

Massimo Desiati"Intervenire così sulle più profonde convinzioni morali, etiche ma anche civiche, non appartiene alla mia personale formazione culturale; ben più opportuno, a mio giudizio, è concentrare l’attenzione sui problemi reali delle Famiglie, sulle loro difficoltà economiche e sociali. L’azione della nostra prossima amministrazione è in ordine a questi aspetti che vorrà produrre risultati". Massimo Desiati risponde alla sollecitazione di due lettori di Zonalocale.it, Luca Menichelli e Andrea Ianez [LEGGI], che hanno chiesto ai candidati sindaci di esprimere le loro posizione in merito alle unioni civili.

La posizione di Desiati - "Si definiscono unioni civili - ricorda il candidato sindaco della coalizione centrodestra-movimenti civici - quelle forme di convivenza di coppia alle quali la legge riconosce, attraverso uno specifico istituto giuridico, uno status analogo a quello conferito dal matrimonio.
Il nostro Programma amministrativo apre con l’affermazione, di principio, di attenzione alla Persona, alla Famiglia, alla Città.

La Costituzione, con l’art. 29, diversifica la Famiglia da tutte le altre formazioni sociali. Infatti recita: 'La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio' e non, quindi, anche sull’unione civile.

A mio avviso, la previsione giuridica delle unioni civili incide sulla disciplina relativa al matrimonio, istituto da ritenere base della convivenza civile ed inoltre sospinge su di un percorso che induce, nel tempo, ad altre forme di trasformazione dei vincoli parentali che nulla hanno a che fare con il diritto naturale e con le forme educative riservate ai figli, tali anche per adozione. 

Intervenire così sulle più profonde convinzioni morali, etiche ma anche civiche, non appartiene alla mia personale formazione culturale; ben più opportuno, a mio giudizio, è concentrare l’attenzione sui problemi reali delle Famiglie, sulle loro difficoltà economiche e sociali. L’azione della nostra prossima amministrazione è in ordine a questi aspetti che vorrà produrre risultati".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi