In fiamme bosco di querce, rogo colposo: una denuncia - L’uomo aveva bruciato sterpaglie, perdendo il controllo del fuoco
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Buono   Cronaca 03/05/2016

In fiamme bosco di querce,
rogo colposo: una denuncia

L’uomo aveva bruciato sterpaglie, perdendo il controllo del fuoco

Gli uomini della forestale impegnati nelle indaginiHa origini colpose l’incendio di un bosco ad alto fusto di querce, divampato il 16 aprile scorso in località "Guardiola" di San Buono, come accertato dagli uomini del Comando Stazione di Gissi del Corpo Forestale dello Stato, che hanno svolto un’attività d’indagine volta a risalire alle cause del rogo ed ai suoi autori. Le fiamme erano state domate nel tardo pomeriggio, grazie ad una squadra del gruppo comunale di protezione civile di San Buono. Nei giorni seguenti i forestali hanno impiegato il metodo delle evidenze fisiche (M.E.F.), per individuare l’area ed il punto d’insorgenza dell’incendio: è stata perlustrata l’intera superficie percorsa dal fuoco in cerca delle tracce sulla vegetazione che indicassero il passaggio del fuoco, cui è seguita una complessa attività di valutazione ed analisi dei diversi indicatori. 

"Il punto di origine delle fiamme - hanno spiegato dal Comando provinciale - corrispondeva al luogo in cui erano state bruciate ramaglie ed altri scarti vegetali prodotti da un recente taglio boschivo. Il responsabile, risultato essere la medesima persona che aveva effettuato il taglio, è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica di Vasto per incendio boschivo colposo e rischia da uno a cinque anni di reclusione. Gli uomini del Corpo Forestale dello Stato gli hanno inoltre contestato sanzioni amministrative in materia di Polizia Forestale. L’abbruciamento di residui vegetali costituisce nel Chietino la prima causa di incendi boschivi colposi: il mancato rispetto delle regole e dei divieti previsti dalla normativa in materia, cui conseguono salatissime sanzioni, spesso si traduce nella distruzione di interi boschi, oltre che in un concreto pericolo per la popolazione dei luoghi colpiti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi