"Caccia all’arbitro": squalifiche per 6 anni per il Real Liscia - Brutto episodio nella partita di domenica scorsa in Terza categoria
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Liscia   Sport 14/04/2016

"Caccia all’arbitro": squalifiche
per 6 anni per il Real Liscia

Brutto episodio nella partita di domenica scorsa in Terza categoria

Immagine di repertorioDovranno scontare oltre sei anni di squalifica complessivi. Per due calciatori del Real Liscia il campionato – e i prossimi anche – di Terza categoria è finito domenica scorsa quando hanno aggredito l'arbitro della partita casalinga contro il Vasto Calcio.

Tutto è successo nei minuti di recupero del secondo tempo, quando i vastesi hanno segnato il gol del 2 a 1 (pur giocando in 9 dall'inizio per indisponibilità di diversi giocatori). Come si legge nel comunicato della Figc, alla convalida della rete uno di loro ha rincorso l'arbitro spintonandolo e facendolo cadere a terra per poi salirvi sopra a cavalcioni, mentre il compagno lo ha afferrato al collo, da dietro. 
Il direttore di gara ha così sospeso l'incontro. Il giudice sportivo oggi ha decretato la sconfitta a tavolino per il Real Liscia per 3 a 0 e le squalifiche per i due giocatori fino all'aprile e all'ottobre 2019.

Non è il primo episodio del genere nell'attuale stagione di Terza categoria: il 13 dicembre scorso un calciatore dell'Aurora Furci ha colpito l'arbitro con un calcio [LEGGI] ricevendo anch'egli 3 anni di squalifica.
Sempre domenica scorsa, un altro giocatore furcese ha "urtato" l'arbitro: dovrà stare fuori per 6 giornate.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi