Con Italia Nostra un tuffo nella storia a Paestum e Napoli - La visita culturale dell’associazione vastese guidata da Davide Aquilano
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cultura 24/03/2016

Con Italia Nostra un tuffo
nella storia a Paestum e Napoli

La visita culturale dell’associazione vastese guidata da Davide Aquilano

Il gruppo di Italia Nostra a PaestumIntensa giornata per i soci di Italia Nostra di Vasto, domenica 20 marzo. Accompagnata dall’archeologo prof. Davide Aquilano, l’allegra comitiva ha dapprima visitato l’area dei templi di Paestum. Qui, nell’aprica luminosità del Cilento, è stato possibile ammirare gli splendidi templi greci, i resti delle strade antiche, l’anfiteatro, il macellum e tutte le strutture che formavano l’antica polis, colonia greca.

Coinvolgente è stata anche la visita al Museo Archeologico di Paestum: qui antichi fregi, vasi, crateri, olle, anfore, e celeberrimi affreschi tombali  - come il Tuffatore – hanno posto in evidenza l’importanza dell’antica città greca e la sua ricchezza.

Nel primo pomeriggio, il gruppo s’è spostato a Napoli, dove è stato possibile visitare il centro storico: Piazza Plebiscito, via Toledo, via De Sanctis.  Dulcis in fundo, la visita alla Cappella dei Sansevero, che ospita la meravigliosa, evocativa e commovente statua del Cristo Velato, di Giuseppe Sanmartino. La struttura, inoltre, è riccamente affrescata e offre anche la possibilità di ammirare splendide statue del Seicento e Settecento, incisive  allegorie delle virtù umane. Nella cripta, infine, spazio per l’alchimia e la magia con le “macchine anatomiche” del Principe Raimondo di Sangro, corpi umani misteriosamente trattati che permettono di vedere il sistema linfatico e i principali organi del corpo umano. E poi, tutti a casa, dopo una doverosa sosta al Gambrinus e nelle più famose pasticcerie partenopee.

Fabrizio Scampoli

Guarda le foto

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi