Time Out - Quale ripresa per il Vastese CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


18 giugno 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Eventi 20/03/2016

Luci spente in centro, a Vasto
si celebra l’Ora della Terra

L’iniziativa ha coinvolto il centro storico

Piazza Rossetti [foto Costanzo D'Angelo]Lampioni spenti, molti locali a lume di candela e tante persone che passeggiavano al buio lungo le vie del centro storico. Anche Vasto, come tante città nel mondo, ha vissuto ieri sera la sua Earth Hour, l'Ora della Terra, promossa dal Wwf contro i cambiamenti climatici. Negli anni scorsi l'amministrazione era solita spegnere le luci d'illuminazione dei monumenti della città.

Quest'anno, su impulso dell'assessore Marra e delle associazioni (Wwf, Arci, Cogecstre, Confesercenti, Vasto in Centro e Amici di Punta Aderci), il buio è stato esteso alle vie del cuore della città. Fino all'1 di notte il centro è stato caratterizzato da un'atmosfera diversa dal solito, in particolare nei punti dove i locali hanno raccolto l'invito di proporre musica unplugged così da non usare elettricità. Una serata per riflettere sull'uso consapevole delle risorse energetiche partendo da una semplice occasione come quella di un sabato in centro.

Il referendum. Nella serata è stato presente in piazza anche un punto informativo sul referendum del 17 aprile contro le trivellazioni [Le ragioni del Sì - GUARDA]. Ad aprire la serata anche l'incontro presso la Bottega Mondo Alegre con la partecipazione del professor Piero Di Carlo e del professor Remo Angelini.

Nelle foto di Costanzo D'Angelo un'interpretazione artistica di questa Ora della Terra 2016.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi