Musica nei reparti del San Pio con gli studenti del ’Mattioli’ - Alternanza scuola-lavoro: accordo tra il liceo e l’associazione vastese
 
Vasto   Attualità 18/03/2016

Musica nei reparti del San Pio
con gli studenti del ’Mattioli’

Alternanza scuola-lavoro: accordo tra il liceo e l’associazione vastese

Gli studenti dei liceo con i RicoclaunErano già stati protagonisti tra le corsie dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto [LEGGI]. Ora la presenza dei ragazzi del Liceo Musicale di Vasto nei reparti dell'ospedale sarà costante e inserita nel programma di alternanza scuola-lavoro previsto dall'ordinamento scolastico. È il frutto del protocollo d'intesa è stipulato tra il Liceo Musicale "R. Mattioli" di Vasto e l'associazione di volontariato onlus Ricoclaun, che vedrà i ragazzi del liceo Musicale protagonisti di piccoli concerti dal vivo nei vari reparti dell'ospedale di "San Pio " di Vasto. 

Soddisfatte per questo passo la dirigente scolastica, Maria Grazia Angelini, e la presidente dei Ricoclaun, Rosaria Spagnuolo: "Il progetto di Musica dal vivo in reparto è partito in via sperimentale l'anno scorso e trova ora la sua strutturazione in incontri mensili di domenica mattina nei vari reparti dell'ospedale, con la presenza di vari strumenti musicali e del coro. Inoltre sarà possibile realizzare spettacoli musicali serali infrasettimanali nella cappella dell'ospedale. C'è sempre la presenza della Ricoclaun, che da colore e simpatia. I ragazzi del liceo musicale sono veramente bravissimi, come d'altronde i loro insegnanti. Hanno una grande passione per la musica e sentirli suonare all'interno del reparto è sempre molto emozionante

La musica è uno strumento privilegiato della relazione, anche in ospedale, attraverso il suo linguaggio profondo e immediato riesce a favorire il ricordo e le emozioni, a distrarre e a rilassare, a ricreare un ponte con il vissuto individuale e con l’esterno, e a migliorare la qualità della vita del paziente , piccolo, adulto o anziano e dei suoi familiari durante la permanenza in ospedale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi