Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 15/03/2016

Anziani ’dispersi’ rischiano la
denuncia per procurato allarme

Una loro chiamata ieri ha fatto attivare le ricerche a Vasto Marina

Rischiano una denuncia per procurato allarme i due anziani che ieri pomeriggio, con una telefonata di richiesta di soccorsi nelle prime ore del pomeriggio, hanno fatto scattare le ricerche nella zona della pista ciclabile di Vasto Marina. Dopo alcune ore in cui carabinieri, polizia, polizia municipale e protezione civile sono stati impegnati sulla spiaggia e nell'area dunale, i due sono stati trovati mentre camminavano sull'arenile. Per le ricerche è stato impiegato anche l'elicottero della Polizia di Stato decollato da Pescara.

A destare i primi sospetti è stato l'atteggiamento dei due, in particolare dell'uomo, quando si sono avvicinati i soccorritori: li ha allontanati in malo modo e solo alla presenza degli agenti di polizia si è fermato. "Quando c'è una richiesta di soccorsi siamo tenuti ad effettuare tutte le procedure del caso - spiega il vice questore Alessandro Di Blasio -. Stiamo facendo le nostre verifiche perchè se l'allarme lanciato dai due si rivelerà un falso prenderemo i dovuti provvedimenti". 

Nella telefonata i due avevano detto di essere caduti in un vallone nella zona dunale di Vasto Marina. Dopo i primi contatti telefonici con le forze dell'ordine non avevano più risposto al telefono. Ora la polizia accerterà se la loro chiamata d'emergenza che ha attivato un numero consistente di uomini e mezzi è stata un falso.

 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi