San Salvo, cadono pezzi dal cavalcavia: "Pericolo per tutti" - Gli ultimi distacchi ieri. La strada percorsa anche dagli scuolabus dei bambini
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Cronaca 12/02/2016

San Salvo, cadono pezzi dal
cavalcavia: "Pericolo per tutti"

Gli ultimi distacchi ieri. La strada percorsa anche dagli scuolabus dei bambini

Uno dei pezzi caduti ieriIl cavalcavia continua pericolosamente a perdere pezzi. Succede a San Salvo, precisamente nella zona residenziale del complesso Icea alla marina. Il cavalcavia della Trignina che sovrasta la strada principale della zona da tempo si sta sgretolando. Testimonianza del degrado è data dall'armatura metallica ormai compeltamente scoperta sulla facciata del pilone di sostegno e nella parte superiore.

I pezzi di cemento cadono in strada con tutto il pericolo che ne consegue per auto, bici e pedoni di passaggio. Uno dei residenti della zona spiega a zonalocale.it: "Continuano a cadere pezzi di cemento di ragguardevoli dimensioni. L'Anas (competente per il cavalcavia, ndr) è stata più volte allertata e io personalmente, contattando alcuni operai della stessa società, ho avuto conferma che il problema è a loro noto. La cosa grave è che il cavalcavia passa sopra la strada principale del complesso residenziale percorsa da pedoni, ciclisti oltre che da auto dei residenti, scuolabus e pulman scolastici per San Salvo e Vasto. Gli ultimi pezzi caduti risalgono a ieri 11 febbraio. Come si può vedere, i sassi, presumibilmente pesanti diverse centinaia di grammi, sono caduti proprio nel centro della carreggiata. Proviamo a immaginare cosa sarebbe successo se un qualsiasi mezzo fosse passato in quel momento. Ad aggravare la situazione occorre dire che detto cavalcavia è alto oltre 20 metri: da quelle altezze l'impatto può risultare molto pericoloso".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi