Ghiaccio su strade e marciapiedi, disagi per costa ed entroterra - Passata l’ondata di maltempo si continua a lavorare
 
Vasto   Cronaca 18/01/2016

Ghiaccio su strade e marciapiedi,
disagi per costa ed entroterra

Passata l’ondata di maltempo si continua a lavorare

Foto di Sante D'Alberto19 gennaio - Ore 9.00 - Dopo due giorni di nevicate questa mattina il Vastese si è risvegliato con il sole. Resta però alta l'attenzione perchè, con l'abbassarsi delle temperature, il pericolo è il ghiaccio. Nei Comuni dell'entroterra si continua a lavorare incessantemente per liberare le strade ancora in situazione critica. 

Nei Comuni della costa restano difficoltose le condizioni di molte strade secondarie e dei marciapiedi, coperti da uno spesso strato di ghiaccio. Se nei centri storici di Vasto e San Salvo già da ieri erano stati liberati dei "corridoi" per il transito pedonale, la stessa cosa non può dirsi per il resto della città. Occorre, quindi, fare molta attenzione nello spostarsi a piedi.

Resta poi difficoltosa la situazuone di molte contrade, dove ieri l'intervento dei mezzi è stato parziale e in qualche caso nullo. 

Villaggio Siv

18 gennaio - Ore 19.00 - Anche a Vasto domani scuole chiuse. Il sindaco Lapenna ha firmato l'ordinanza, come già fatto da molti suoi colleghi nel pomeriggio, per disporre la sospensione delle attività didattiche nella giornata di martedì 19 gennaio.

I Comuni dove le scuole sono chiuse [LEGGI

Ore 17.00 - Diverse le zone di Vasto in cui si registrano disagi, soprattutto nei quartieri periferici. In particolare, al Villaggio Siv le strade interne sono pressoché impraticabili, per via di uno spesso strato di neve. Nervosismo tra i cittadini, alcuni dei quali non riescono a uscire dal quartiere.

Ore 13.00 - È stata riaperta la statale 16. Le due gru del soccorso stradale arrivate da Pescara sono riuscite a rimuovere il tir che era finito di traverso questa notte [GUARDA]. Con il supporto di personale Anas e della polizia stradale di Vasto dopo 10 ore la circolazione è così potuta tornare alla normalità.

Ore 12.00 - Clamorosa gaffe del Comune di Vasto che prima, attraverso la nota dell'Ufficio Stampa, comunica la chiusura delle scuole. Poi, a distanza di pochi minuti, arriva una mail dal portavoce del Sindaco, il quale che comunica che "NON E’ STATA FIRMATA ANCORA ALCUNA ORDINANZA da parte dei Sindaco, quindi allo stato delle cose le scuole saranno regolarmente aperte, la possibile chiusura sarà comunicata solo dopo aver sentito il parere di Prefettura e Provveditorato agli Studi". Quindi il comunicato stampa inviato in precedenza dall'Ufficio Stampa era fasullo. Insomma, un bel pasticcio di comunicazione che mette in difficoltà sia i cittadini che chi sta cercando di informare sugli eventuali disagi nel territorio. 

L'ELENCO DELLE SCUOLE CHIUSE MARTEDI' 19 GENNAIO [LEGGI]

Ore 11.20 - L'Ufficio Stampa del Comune di Vasto annuncia che "il sindaco Luciano Lapenna, a seguito delle avverse condizioni metereologiche e della nevicata di queste ultime  ore,  ha emesso  una seconda ordinanza con la quale ha disposto per la giornata di domani, martedì 19 gennaio, la sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado e la chiusura degli asili nido comunali. La decisione del primo cittadino si è resa necessaria al fine di evitare possibili disagi per la sicurezza".

Ore 11.10 - Nell'entroterra il problema più grave continua a essere quello dell'assenza di corrente elettrica. Coinvolti i cittadini di Fresagrandinaria, Cupello, Furci, Scerni e Carpineto Sinello.
[Qui l'articolo in costante aggiornamento: LEGGI]

Ore 11 - A San Salvo questa mattina città divisa a metà, alcune delle arterie principali presentavano ancora uno spesso manto nevoso (ad esempio via Duca degli Abruzzi, corso Garibaldi, via Montenero). 
Con questa situazione è saltata la raccolta della differenziata in alcune zone da parte della Sapi. 

I controlli dei vigili del fuocoOre 10.45 - Nel bel mezzo dello stato di allerta, ci sono anche le false emergenze: alla protezione civile sono giunte alcune richieste di trasporto urgente di persone cardiopatiche e di bambini. "Al nostro arrivo - racconta Frangione - non abbiamo trovato né malati, né bimbi". Intanto i vigili del fuoco del distaccamento di Vasto stanno verificando la condizione del tetto dei palazzi scolastici.

Ore 10.40 - "Abbiamo perso il conto del numero di interventi compiuti per liberare le auto in panne", dice Eustachio Frangione, responsabile della protezione civile di Vasto. "Numerosi i soccorsi a persone che dovevano andare al lavoro o comprare le medicine". Rimossi dalle strade anche diversi rami caduti o pericolanti. 

Ore 10.30 - "Già da ieri a San Salvo sono entrati in azione diversi mezzi meccanici per garantire la pulizia delle strade cittadine, - scrivono in una nota gli uffici comunali - liberandole dalla presenza della neve e assicurare la circolazione nelle principali vie d’accesso in città e di collegamento verso la zona industriale. Oltre alle arterie principali ora si sta provvedendo alla progressiva pulizia delle strade e delle traverse interne con l’utilizzo  di mezzi più piccoli, anche attraverso lo spargimento di sale. Per qualsiasi emergenza o esigenza sanitaria è attivo il comando della polizia municipale al numero telefonico 0873.54113".

Ore 10.20 - "Siamo svegli e al lavoro ininterrottamente dalle 4 di sabato, alcuni di noi anche dalla mezzanotte", racconta Eustachio Frangione, responsabile della protezione civile di Vasto. Decine le emergenze fronteggiate dalla task-force composta da protezione civile, settore servizi del Comune di Vasto e polizia municipale. La centrale operativa è stata insediata nella sede della protezione civile.  

Ore 9.30 - Anche nel centro abitato di Vasto si registrano problemi sulle vie secondarie a causa del manto stradale innevato. In particolare, chiusa via Delle Croci (a salire).

La situazione nei pressi della zona industriale di San SalvoOre 9.00 - Traffico a passo d'uomo nei pressi della zona industriale di San Salvo, nella zona dell'accesso autostradale al casello Vasto Sud per la presenza di numerosi mezzi pesanti. Sul posto la polizia stradale. Intanto si prevedono tempi lunghi per la rimozione del tir che blocca la statale 16. Personale della polizia stradale di Vasto presidia la zona da questa notte. Disagi a San Lorenzo per strade non perfettamente pulite.

Ore 8.30 - Già iniziate le operazioni di rimozione del tir che sta bloccando la Statale 16 dalle 3 di questa notte. Il blocco stradale permane all'altezza della rotonda della zona industriale di Vasto Nord. Decine i camion incolonnati da stanotte. Altri vengono fatti tornare verso sud. A San Salvo la situazione è pulita, con gran parte delle strade pulite; solo da via Madonna delle Grazie verso via di Montenero si registrano disagi alla circolazione per un manto stradale non perfettamente pulito. Stessa situazione anche in via Duca degli Abruzzi.

Ore 8.00 - Per via del blocco della statale 16 causato dal mezzo pesante di traverso, gli autobus degli operai diretti in Val di Sangro sono stati costretti a tornare indietro. A Vasto la situazione al momento risulta tranquilla, con le strade principali abbastanza sgormbre; qualche probema in più sulle vie secondarie. Sono i mezzi pesanti a essere più in difficoltà. All'interno di San Salvo un tir è rimasto bloccato alla rotonda di via Montenero creando un tappo per chi era diretto in centro. Si raccomanda di non mettersi in auto, se non per effettiva esigenza.

Il tir che blocca la statale 16Ore 7.30 - La viabilità dell'Italia è tagliata in due dalle 3 di questa notte. Un autoarticolato che percorreva la statale 16 in direzione nord a causa del blocco dell'autostrada [LEGGI], dopo essere sbandato è finito di traverso sulla carreggiata in contrada Zimarino occupandola interamente (a poca distanza dal casello A14 Vasto Nord-Casalbordino).

Nessuna possibilità di rimuoverlo durante la notte e statale 16 bloccata. Le autovetture che da Vasto devono andare verso Casalbordino o viceversa possono tentare di utilizzare la strada interna (passando per San Lorenzo) ma anche lì la situazione è molto difficile. Sul posto sono presenti gli uomini della polizia stradale che stanno presidiando la zona da tutta la notte. È attesa una gru da Pescara per la rimozione del tir dalla strada. 

A ciò si aggiunge la chiusura dell'A14 al transito dei mezzi pesanti. "Per agevolare l'attività dei mezzi antineve, sono in atto i seguenti provvedimenti per i mezzi pesanti con massa superiore a 7,5 tonnellate sulla A14 Bologna-Taranto: in direzione di Bari, divieto temporaneo di transito tra Val Vibrata e Vasto nord con accumulo in area esterna in corrispondenza di Val Vibrata;  in direzione di Ancona, divieto temporaneo di transito tra Vasto sud e Pescara ovest con accumulo in area esterna in corrispondenza di Poggio Imperiale e Vasto sud". 

Ore 7.00 - Continua a nevicare su tutto il Vastese. Oggi, come da ordinanza dei sindaci, le scuole resteranno chiuse [L'ELENCO]

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti


Video - Neve - Tir fuori strada, bloccata la ss16

La immagini del tir che ha bloccato la ss16, della strada di San Lorenzo e dei centro storico di Vasto



 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi