Commissariamento del Civeta, cinque Comuni ricorrono al Tar - San Salvo, Cupello, Monteodorisio e Villalfonsina alzano la voce
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Cupello   Attualità 15/01/2016

Commissariamento del Civeta,
cinque Comuni ricorrono al Tar

San Salvo, Cupello, Monteodorisio e Villalfonsina alzano la voce

Tiziana Magnacca ed Emanuele MarcovecchioI Comuni di San Salvo, Cupello, Monteodorisio, Scerni e Villalfonsina ricorrono al Tar contro il commissariamento del consorzio Civeta (che gestisce l'impianto di trattamento e la discarica in località Valle Cena a Cupello). Una settimana fa le giunte dei quattro Comuni hanno dato mandato al legale Luca Capecchi (con studio legale a Firenze) di presentare il ricorso al tribunale amministrativo contro la deliberazione della Regione Abruzzo n. 957/2015 e il decreto presidenziale n. 106 del 24 novembre 2015.

Le motivazioni saranno illustrate nel dettaglio nel ricorso, nel frattempo il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca commenta "Siamo contrari al commissiariamento perché riteniamo non ci fossero i presupposti per un atto simile che non sta portando l'annunciata spending review. Il Civeta è l'impianto industriale per il trattamento dei rifiuti più competitivo della regione e completamente pubblico. Esprimiamo quindi una forte preoccupazione. Abbiamo anche cercato di evitare lo scontro istituzionale, ma non abbiamo ottenuto risposta alla nostra richiesta di mediazione. Il Vastese è un territorio completamente commissariato, invece è giusto che decida da solo il proprio futuro". Il 27 novembre scorso alla guida del Civeta si è insiediata l'avvocato Lidia Flocco [LEGGI]. 
Il prossimo 20 gennaio i sindaci del territorio saranno ascoltati in Regione a L'Aquila in Commissione Vigilanza.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi