Punto di primo intervento di Gissi, il Tar dà ragione al Comune - Il tribunale amministrativo dispone il ritorno all’h24 per la struttura sanitaria
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Gissi   Ambiente 14/01/2016

Punto di primo intervento di
Gissi, il Tar dà ragione al Comune

Il tribunale amministrativo dispone il ritorno all’h24 per la struttura sanitaria

Il punto di primo intervento di GissiNella giornata di ieri è stata depositata in segreteria la sentenza del Tar Abruzzo, sezione di Pescara, relativa al punto di primo intervento di Gissi, che con deliberazione n. 188 del 30 luglio 2015 del Direttore Generale della ASL di Lanciano-Vasto-Chieti era stato riorganizzato con operatività h12.

Contro questa delibera, il Comune di Gissi, rappresentato dall'avvocato Cristiano Bertoncini, aveva fatto ricorso al tribunale amministrativo. Dopo la sospensiva in attesa del giudizio, lo scorso 17 dicembre è stata emessa la sentenza depositata ieri. I magistrati Michele Eliantonio (Presidente), Dino Nazzaro (Consigliere) e Alberto Tramaglini (Consigliere, Estensore) hanno di fatto dato ragione al Comune di Gissi, accogliendo il ricorso e annullando in parte la delibera, confermando che l'operatività del punto di primo intervento di Gissi deve rimanere h24.

Ovviamente soddisfatto il sindaco di Gissi, Agostino Chieffo: "Abbiamo conseguito un risultato importante non solo per Gissi, ma per tutto il territorio dell'Alto vastese, che - con la viabilità disastrata e in assenza di altre strutture in grado di assicurare assistenza - certamente non avrebbe potuto fare a meno di un punto di primo intervento h24. L'auspicio è che la Regione e la Asl vogliano prendere atto della decisione del Tar e riconsiderare l'importanza strategica di quello che era l'ospedale di Gissi per assicurare assistenza sanitaria e diagnostica per tutto il territorio". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi