Aggressione e rapina davanti al multipiano: condannato 31enne - La sentenza: 4 anni e mezzo di carcere. Si cerca il complice
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 13/01/2016

Aggressione e rapina davanti
al multipiano: condannato 31enne

La sentenza: 4 anni e mezzo di carcere. Si cerca il complice

Vasto. Il luogo dell'aggressioneQuattro anni e 4 mesi di reclusione. E' la pena che il Tribunale di Vasto ha inflitto a Vali Cristea, il 31enne rumeno riconosciuto in primo grado colpevole della rapina avvenuta il 17 marzo 2015 davanti all'ingresso del parcheggio multipiano di via Foscolo ai danni di un imprenditore del posto. L'uomo era stato aggredito a calci e pugni.

La indagini - L'inchiesta era partita dalla telefonata di un cittadino, che aveva allertato il 112. I carabinieri della Compagnia di Vasto avevano acquisito anche le iregistrazioni delle telecamere del multipiano: "I carabinieri, dopo aver acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza - si leggeva ad aprile in un comunicato del Comando provinciale dell'Arma - sono riusciti, fin da subito, ad identificare uno dei due malviventi in quanto già noto ai militari per delitti contro il patrimonio. L’interessato, però, all’indomani della rapina, si è reso volontariamente irreperibile rientrando, con ogni probabilità, in Romania. Nel frattempo, le investigazioni hanno permesso di identificare il secondo, Cristea Vali, che è stato tratto in arresto. Attraverso precise indagini tecniche, ed in particolare monitorando una utenza mobile rumena, i carabinieri sono riusciti a stabilire che il Cristea, domiciliato nell’hinterland di Roma, il giorno della rapina si trovava proprio a Vasto. Dopo aver confrontato, con esito positivo, le immagini acquisite dalla video sorveglianza con il cartellino fotosegnaletico del rumeno, ed a seguito di perquisizione locale e personale a carico di quest’ultimo, i militari hanno sequestrato anche l’abbigliamento che l’indagato indossava al momento della rapina".

La sentenza - In aula l'accusa è stata rappresentata dal procuratore di Vasto, Giampiero Di Florio. Il collegio giudicante, composto da Bruno Giangiacomo (presidente), Italo Radoccia e Stefania Izzi (giudici a latere), ha condannato Vali Cristea a 4 anni e 4 mesi di reclusione. I suoi avvocati difensori, Giuseppe Tana e Vincenzo Retico, ricorreranno in Corte d'appello avverso la sentenza di primo grado.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi