CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 27/12/2015

Consorzio di Bonifica, Rodolfo
Mastrangelo è il nuovo commissario

Succede a Giampiero Leombroni che lascia e va all’Arap

Gli uffici del Consorzio di Bonifica Sud di VastoÈ durato poco più di tre mesi il commissariamento del Consorzio di Bonifica Sud di Vasto targato Giampiero Leombroni, dopo le polemiche dimissioni del predecessore, Sandro Annibali. Leombroni, chiamato all'Arap, ha lasciato il posto al nuovo commissario: Rodolfo Mastrangelo.

Mastrangelo, dottore agronomo, ha iniziato nel 1969 proprio come funzionario agronomo del Consorzio di Bonifica Sud, per poi passare agli uffici dell'assessorato all'Agricoltura della Regione Abruzzo (nel 1973). Sempre presso la Regione Abruzzo, è stato direttore del centro regionale di formazione professionale di Castiglione Messer Marino, componente del comitato regionale per l'energia presso il Settore Energia della Giunta regionale, dirigente presso l'Uta di Pescara, presidente della sezione decentrata dei Comitati Agricoli per i Piani di miglioramento materiale presso l'Uta di Vasto e ha ricoperto diversi altri incarichi. Tra questi, anche quelli di commissario ministeriale, regionale e ad acta di vari enti, tra cui il Consorzio di Bonifica montana Trigno di Castiglione Messer Marino, il Consorzio di Bonifica Orta-Lavino di Caramanico Terme, il Consorzio di Bonifica Alento destra-Pescara-Chieti e il Consorzio di bonifica del Fucino.

Dalla Vigilia di Natale, invece, Rodolfo Mastrangelo è il nuovo commissario del Consorzio di Bonifica Sud di Vasto.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi