CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Curiosità 21/11/2015

Vasto tra le 9 città che fanno
ingrassare secondo la CNN

A sorpresa il brodetto sul banco degli "imputati"

Il brodetto alla vasteseLa cucina vastese ingrassa. Parola di CNN, il network americano che - con la sua corrispondente italiana, Silvia Marchetti - ha stilato la lista delle 9 città italiane in cui si ingrassa (qui l'articolo).

Dalla Sicilia all'Umbria, passando naturalmente per la "piccante" Basilicata, nove - quindi - le località citate, con altrettanti ottimi e calorici piatti "colpevoli" di attentare alla linea dei turisti.

Tra questi, a sorpresa spunta Vasto, con un "imputato" ancora più sorprendente: il brodetto. Per la corrispondente della Cnn, infatti, "il classico piatto locale comporta un rituale che, se non affrontato con cautela, può causare qualche sforzo di cintura". Il severo giudizio arriva dalle "dimensioni del piatto", dall'utilizzo di "un sacco di pane" e dagli spaghetti con cui "si conclude".

Insomma, un eccesso di carboidrati farebbe del brodetto un "piatto che fa ingrassare" e conseguentemente di Vasto una delle 9 città italiane dove si ingrassa di più. 

Il tutto "certificato" dall'autorevole CNN. Curioso che la "contestazione" giunga da un'emittente degli Stati Uniti, che notoriamente hanno ben altri problemi riguardo all'alimentazione. Tra hamburger, hot dog e junk food vario, sorprende che si preoccupino della quantità di carboidrati contenuti nel brodetto, comunque considerato un piatto squisito. E meno male. E allora Vasto è una delle città in cui si ingrassa di più o una delle località in cui si mangia meglio?

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi