CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 luglio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 11/11/2015

Truffa delle multe, un
caso anche a Vasto

Richiesto il pagamento di un multa per una sosta mai effettuata in Croazia

Una delle pagine del documentoDopo il caso a Casalanguida (qui l'articolo), anche a Vasto si segnala un tentativo di truffa dalla Croazia nell'ambito di fantomatiche multe arrivate a intestatari di auto, mai stati sul posto dove l'infrazione è stata contestata.

È il caso della signora M. C., di Vasto, che nei giorni scorsi si è vista recapitare una raccomandata, come nel caso precedente, proveniente da Pola, in Croazia. Anche in questo caso la contestazione di una presunta sosta a pagamento effettuata tre nni fa senza l'esposizione del regolare tagliando, per una multa di 180 euro da pagare tramite bonifico bancario presso un conto corrente di una banca italiana. Il tutto, con tanto di riferimenti a presunti avvocati e notai, evidentemente citati per dare "credibilità" alla richiesta.

Inevitabile la sopresa della signora, che non si è mai recata in Croazia, tantomeno col furgoncino a cui la targa fa riferimento; consultatasi con i famigliari, la donna ha compreso di trovarsi di fronte un documento perlomeno sospetto. Da qui la decisione di recarsi prossimamente presso gli uffici del Commissariato di Pubblica sicurezza di Vasto per esporre il caso.

La conferma che sia in atto un'iniziativa dai risvolti poco chiari, comunque, è già arrivata dall'apertura delle indagini da parte della polizia postale per altre segnalazioni del genere giunte a Biella e in provincia di Varese.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi