Nuovo inseguimento sull’A14, recuperata una Fiat Grande Punto - Impegnati gli uomini della Polizia Stradale di San Salvo
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Cronaca 23/10/2015

Nuovo inseguimento sull’A14,
recuperata una Fiat Grande Punto

Impegnati gli uomini della Polizia Stradale di San Salvo

L'auto recuperataAncora lavoro notturno per la Polizia Stradale del casello Vasto Sud - San Salvo. Questa mattina poco dopo le 3 un nuovo inseguimento ha impegnato gli uomini in pattugliamento sul tratto di competenza dell'A14. Nel mirino degli agenti è finita una Fiat Grande Punto rubata nella notte a Francavilla al Mare.
L'auto è stata bloccata nel territorio di Chieti; il ladro, un 39enne di San Severo, è stato denunciato a piede libero.

Come ricostruito dal Compartimento di polizia stradale "Abruzzo", Sottosezione di polizia autostradale Vasto Sud,  "sulla A14, all’altezza del tratto che corre in prossimità del Casello di Poggio Imperiale in direzione sud, avveniva poco dopo le tre del mattino l’aggancio del veicolo da parte della pattuglia in servizio sulla tratta autostradale e l’intimazione dell’alt e infine il successivo arresto del veicolo dopo un breve inseguimento.  L’Ass.te Capo Donato Travaglini e il collega Ass.te Capo Carlo Adriano Medoro potevano quindi catturare il malvivente, che è stato identificato per L. M. M., classe 1973, residente a San Severo (FG) con precedenti, e tratto in arresto per il reato ricettazione.  Dal controllo effettuato sulla vettura si accertava che al posto dell’originale, vi era stata posizionata una centralina clonata mentre il blocchetto di accensione risultava forzato. La direzione delle indagini è stata assunta dalla competente Procura della Repubblica di Foggia".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi