Rifiuti abbandonati, controlli e verbali degli ispettori ambientali - In azione gli operatori del gruppo comunale di Protezione Civile
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Ambiente 13/10/2015

Rifiuti abbandonati, controlli e
verbali degli ispettori ambientali

In azione gli operatori del gruppo comunale di Protezione Civile

Ispettori ambientali

Il triste ed incivile fenomeno dell'abbandono di rifiuti sembra non conoscere pause. Sono tante le segnalazioni che giungono agli organi competenti per cumuli di rifiuti che spuntano in più parti della città e, soprattutto, nei pressi di cassonetti (ancora presenti in alcune zone della città) e campane per la raccolta per il vetro, segno che la raccolta differenziata sia ancora ben lontana dall'essere accettata e praticata da tutti i cittadini. Per questo nei giorni scorsi l'attenzione degli ispettori ambientali comunali si è concentrata nelle zone dove si verificano più spesso abbandoni di rifiuti. "In particolare in via Tre Segni e via Tobruk - spiega il responsabile del gruppo comunale di protezione civile, Eustachio Frangione - sono stati rinvenuti elementi riconducibili a chi ha abbandonato i rifiuti". È stato così redigere il verbale da inoltrare alla polizia municipale per le sanzioni.

Proprio nei giorni scorsi gli ispettori ambientali (facenti parte del gruppo comunale di protezione civile) avevano partecipato al corso di aggiornamento tenuto dal comandante della polizia municipale di Vasto, Giuseppe Del Moro. Ai 14 ispettori già operativi se ne aggiungeranno altri 4. "Nel corso dell'ultimo anno - ha commentato Frangione - sono raddoppiati i verbali di accertamento, divenuti quasi 200. Un lavoro non indifferente che ha riguardato principalmente l'abbandono rifiuti, la mancata differenziazione degli stessi e altre violazioni in materia ambientale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi