CHIUDI [X]
 
Cupello   Attualità 10/10/2015

Marcovecchio e Di Giacomo:"No alla
sospensione della guardia medica"

A Cupello e Monteodorisio consigli comunali d’urgenza sul tema

Manuele Marcovecchio, sindaco di CupelloDopo l'annuncio della Direzione generale della Asl sulla sospensione del servizio di guardia medica a Cupello, Scerni e Celenza sul Trigno a partire dal primo dicembre [l'articolo], si registrano le prime prese di posizione contro il provvedimento.

Manuele Marcovecchio e Saverio Di Giacomo - rispettivamente sindaci di Cupello e Monteodorisio, la cui comunità si serve della stessa guardia medica - fanno sapere che presto convocheranno consigli comunali sul tema e chiederanno all'assessore alla Sanità, Paolucci, di intervenire.

In una nota spiegano: "La paventata chiusura della guardia medica di Cupello, funzionale anche alle esigenze della vicina Monteodorisio, costituisce motivo di forte preoccupazione per le nostre comunità. La sua eliminazione costituirebbe, infatti, una irragionevole compressione del diritto alla salute dei nostri cittadini, soprattutto per i più deboli e per quanti hanno difficoltà nello spostamento.
La guardia medica, infatti, da sempre rappresenta un presidio sanitario essenziale e strategico; dubitiamo peraltro che tale, penalizzante, riorganizzazione del servizio possa recare effettivi benefici economici alla Regione.
Invitiamo, quindi, la Direzione Generale della Asl a soprassedere all’attuazione di tale provvedimento, mantenendo invariata la presenza della guardia medica nelle nostra realtà, dove - è bene ricordarlo - vivono circa 8.000 persone.
L’argomento sarà oggetto di discussione nei consigli comunali che, in via d’urgenza, saranno convocati nei prossimi giorni; nel contempo, chiediamo un incontro urgente all’assessore Silvio Paolucci su tale delicatissima questione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi