Auto rubata a San Salvo recuperata dai carabinieri, un arresto - In manette un giovane di San Severo, inseguimento sulla Statale 16
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Cronaca 09/10/2015

Auto rubata a San Salvo recuperata
dai carabinieri, un arresto

In manette un giovane di San Severo, inseguimento sulla Statale 16

Controlli sulla Statale 16I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli hanno intercetto ieri notte, lungo la Statale 16 una Fiat Punto piuttosto nuova che ha destato da subito sospetto.
Dopo i controlli del caso, il veicolo è risultato rubato a San Salvo e non si è bloccato all’alt dei carabinieri che hanno ingaggiato così un inseguimento per circa 5 km.

Fermato il mezzo, i militari hanno identificato il conducente, un 34enne originario di San Severo, accertando che aveva messo in moto la vettura forzando il blocco di accensione.
La conseguente perquisizione a carico del 34enne, ha permesso di rinvenire un coltello del genere proibito, attrezzi da scasso ed una centralina elettronica di altra autovettura.

L’autovettura al termine delle operazioni è stata restituita al legittimo proprietario, mentre il malvivente, arrestato in flagranza di reato per furto, ricettazione e porto abusivo di arma di genere vietato, è stato associato alla casa circondariale di Larino, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 
Durante l'ultima notte, sono stati 6 i ladri residenti in provincia di Foggia (5 a San Severo, 1 a Cerignola) arrestati per tre distinti furti d'auto.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi