"Seno sano", la prevenzione al centro di un convegno al d’Avalos - Sabato 3 ottobre l’appuntamento organizzato da VastoViva
Il consiglio comunale di Vasto CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


30 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Eventi 30/09/2015

"Seno sano", la prevenzione al
centro di un convegno al d’Avalos

Sabato 3 ottobre l’appuntamento organizzato da VastoViva

La locandina del convegno"Ottobre è il mese della prevenzione per il cancro di mammella. Le donne hanno imparato a fare i conti con questa paura, ma resta ancora per troppe la convinzione di non voler sapere". Così Maria Amato, medico e deputato del Pd, presenta il convegno organizzato da VastoViva sabato 3 ottobre alle 18 a Palazzo d'Avalos dal titolo "Seno sano: non sapere non guarisce. L'importanza della prevenzione per il cancro della mammella".

"La risposta allo screening mammografico in Abruzzo è, nonostante l'impegno di chi lo organizza e le Radiologie, ancora inferiore al 50% - spiega la dottoressa Amato -. Molte scelgono di non rispondere e la mammografia la fanno da un'altra parte perdendo una occasione di qualità: tutto il percorso senologico della Asl di Chieti è certificato EUSOMA, cioè è il top per la senologia. Molte non fanno niente, molte si tengono noduli, retrazioni perchè fino a che nessuno lo vede, quel cancro non esiste".

All'incontro parteciperanno il professor Alessandro Carriero, titolare della cattedra di Radiologia all'università di Novara e l'archeologa Francesca Di Renzo. All'esperto radiologo è legato il titolo del convegno: "SENO SANO - ricorda Maria Amato è stato lo slogan della prima campagna di screening mammario firmata Alessandro Carriero. Francesca ha il compito di alleggerire il tema con un intervrnto sulla salute delle donne in epoca romana".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi