Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 maggio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 25/09/2015

"E se fosse un tuo caro ad
attendere l’ambulanza bloccata?"

Parcheggio selvaggio davanti al Pronto Soccorso

Una foto di questa mattina davanti al Pronto Soccorso"Se vuoi il mio posto, prendi anche il mio handicap" recitano i cartelli posti in prossimità dei parcheggi riservati ai diversamente abili, per sensibilizzare gli automobilisti a rispettare quello che certamente non è un "privilegio", ma un sacrosanto diritto. Allo stesso modo, a guardare la situazione che spesso si presenta davanti al Pronto Soccorso di Vasto in determinate ore di punta, sarebbero necessari cartelli di sensibilizzazione per evitare parcheggi selvaggi.

Come mostra la foto gentilmente inviata da un lettore di Zonalocale.it, infatti, certe forme di "parcheggio creativo" possono creare non poche difficoltà agli operatori del 118, che devono essere sempre pronti per ogni emergenza. Così, magari un cartello che ricordi di rispettare i divieti davanti al Pronto Soccorso potrebbe essere: "E se fosse un tuo caro ad aspettare l'ambulanza che stai bloccando?". Spesso, infatti, per leggerezza o superficialità non ci si pensa, ma a volte la tempestività di un intervento può salvare una vita e la nostra trasgressione potrebbe essere causa di ritardi determinanti. Due passi in più a piedi non possono valere una vita: si rispettino le indicazioni di parcheggio e i divieti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi