Perseguitava la moglie, ora dovrà stare lontano da Abruzzo e Molise - Divieto di dimora nei confronti di un 40enne accusato di atti persecutori
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 19/09/2015

Perseguitava la moglie, ora dovrà
stare lontano da Abruzzo e Molise

Divieto di dimora nei confronti di un 40enne accusato di atti persecutori

Alessandro Di BlasioPerseguitava la moglie e le ha anche imbrattato l'automobile con scritte ingiuriose. Ora dovrà stare al di fuori delle regioni Abruzzo e Molise. Il divieto di dimora emesso dal Tribunale di Vasto è scattato nei confronti di G.A., un 40enne già autore in passato di atti persecutori nei confronti della sua ex e, per questo, punito in precedenza con restrizioni della libertà personale. 

La ricostruzione dei fatti - "Nella mattinata di ieri - spiega il vice questore Alessandro Di Blasio, dirigente del Commissariato di Vasto - personale della Squadra Anticrimine ha eseguito, nei confronti di un giovane vastese l’Ordinanza di misura cautelare del divieto di dimora nelle regioni Abruzzo e Molise emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Vasto, per il reato di atti persecutori commesso ai danni della ex moglie.

In seguito alla separazione avvenuta nel 2013, l’uomo ha messo in atto una serie di atti persecutori nei confronti della donna, con minacce, pedinamenti, ingiurie e scritte oltraggiose, commessi con una frequenza tale da indurre la vittima a modificare in maniera rilevante le proprie abitudini di vita.
Nonostante la sottoposizione dell’uomo, in passato, a misure restrittive della libertà personale e a diversi provvedimenti dell’autorità giudiziaria, lo stesso aveva continuato a porre in essere atti persecutori nei confronti della donna, determinando un grave disagio psichico nella vittima.
Determinante è stato un episodio avvenuto lo scorso giugno quando la donna rinveniva la propria auto imbrattata da scritte offensive ed ingiuriose.

Le indagini, esperite da personale del locale Commissariato di pubblica sicurezza in seguito alle numerose denunce sporte dalla donna, evidenziavano la particolare pericolosità dell’uomo che per mesi, con cadenza quasi giornaliera perseguitava l’ex moglie.
Nei confronti di G.A., di anni 40, per i motivi su esposti, il Tribunale di Vasto, Ufficio per le Indagini Preliminari, emetteva un'ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di dimora nelle Regioni Abruzzo e Molise".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi