Cassano e l’equipaggio di My Way quarti alla Maxi Yacht Rolex Cup - La barca dell’armatore vastese in evidenza alla competizione mondiale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Sport 15/09/2015

Cassano e l’equipaggio di My Way
quarti alla Maxi Yacht Rolex Cup

La barca dell’armatore vastese in evidenza alla competizione mondiale

L'equipaggio di My Way 60Quarto posto nella categoria Mini Max R (barche da 18 a 24 metri) della Maxi Yacht Rolex Cup per My Way 60, la barca disegnata e realizzata dal vastese Michele Cassano. A Porto Cervo si sono sfidate le imbarcazioni che arrivano a superare i 30 metri di lunghezza divise in diverse categorie. È dal 1980 che lo Yacht Club Costa Smeralda ha istituito il campionato per i velieri più grandi al mondo con le flotte che con il passare delle edizioni si fatte portavoce della crescente innovazione tecnologica e di design. 

My Way 60, che ha alle sue spalle una regata oceanica ed altre competizione, si è fatta valere anche in questa occasione, affrontando la concorrenza di barche provenienti da diverse nazioni. L'equipaggio, guidato dallo stesso Michele Cassano e composto da esperti navigatori, si è ben comportato nelle cinque regate in calendario nelle acque di Porto Cervo, caratterizzate da forte vento e conseguenti onde alte.

My Way 60 rientra in porto"L'equipaggio e la barca sono stati grandi - commenta Michele Cassano al termine della competizione -. Abbiamo tirato al massimo senza rompere niente, sono molto soddisfatto del risultato ottenuto se penso solo alla fatica per arrivare fin qui". Ora per My Way 60 e il suo armatore c'è da affrontare il viaggio di ritorno verso Punta Penna prima di progettare e affrontare nuove avventure.

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi