Furti nei piccoli centri, il prefetto: "Non vi lasceremo soli" - Ieri gli amministratori di Lentella hanno incontrato Antonio Corona
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Lentella   Attualità 02/09/2015

Furti nei piccoli centri, il
prefetto: "Non vi lasceremo soli"

Ieri gli amministratori di Lentella hanno incontrato Antonio Corona

Il prefetto Antonio Corona«I residenti dei piccoli comuni non devono essere penalizzati rispetto a quelli delle comunità più grandi». Lo ha assicurato ieri il prefetto Antonio Corona agli amministratori di Lentella. Una delegazione (composta dal sindaco Carlo Moro, gli assessori Marco Mancini e Gianni Cordisco e il consigliere Alessio Bevilacqua) si è recata ieri a Chieti per discutere di sicurezza.

Diversi i colpi notturni messi a segno a Lentella nelle ultime settimane, per questo il primo cittadino aveva chiesto un incontro in prefettura. 
È stata l'occasione per affrontare un tema comune a diversi centri abitati. Fresagrandinaria, Carunchio, Celenza sul Trigno, Palmoli, Casalanguida, Gissi, Carpineto Sinello sono solo alcuni dei paesi entrati nel mirino dei ladri.

Già nei prossimi giorni sarà convocato il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Con le forze dell'ordine si definiranno le misure per contrastare la scia di furti, pur dovendo far i conti con organici ridotti all'osso. È questa la criticità maggiore. La carenza di uomini (e mezzi) fa sì che soprattutto di notte i comuni dell'entroterra si trasformino in facili obiettivi da colpire. 

Il neoprefetto si è detto inoltre disponibile a breve a prendere personalmente visione del territorio. Sarà l'occasione anche per far visita alle diverse strutture del Vastese che ospitano migranti. Gli ultimi arrivi, in questo senso, ci sono stati ieri a Schiavi d'Abruzzo, dove sono stati trasferiti i tre ghanesi e i due ivoriani arrivati nascosti a bordo di una nave attraccata al porto di Ortona [l'articolo].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi