Abusivi si fanno furbi: "pali" per segnalare forze dell’ordine - Oggi nuovo blitz tentato dalla polizia municipale, ma erano già fuggiti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 27/08/2015

Abusivi si fanno furbi: "pali"
per segnalare forze dell’ordine

Oggi nuovo blitz tentato dalla polizia municipale, ma erano già fuggiti

Giuseppe Del Moro"C'è qualcuno che fa da palo e cerca di segnalare il nostro arrivo per consentire ai suoi connazionali di fuggire", racconta Giuseppe Del Moro, comandante della polizia municipale di Vasto. Gli abusivi provano ad allentare il giro di vite imposto da giugno dalle forze dell'ordine per arginare il dilagare della vendita di prodotti contraffatti sulla riviera.

Non è andato a buon fine, stamani, l'ennesimo blitz. Quando le divise bianche sono piombate sulla spiaggia, gli abusivi si erano già dileguati: "Abbiamo ricevuto una segnalazione - spiega Del Moro - e siamo subito intervenuti ma, al nostro arrivo, non abbiamo trovato nessuno. Gli irregolari sono stati avvisati da qualche loro complice: affidano sempre a qualcuno il compito di fare da palo per monitorare i nostri movimenti. Per questo, in molti casi, abbiamo operato in borghese e la cosa ha dato i suoi frutti. Stavolta non era possibile, perché siamo intervenuti su segnalazione, ma gli abusivi erano scappati".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi