GuilmiArtProject 2015 si chiude con il progetto di Elena Mazzi - Dal 2007 il piccolo centro diventa "residenza artistica"
CHIUDI [X]
 
Guilmi   Cultura 15/08/2015

GuilmiArtProject 2015 si chiude
con il progetto di Elena Mazzi

Dal 2007 il piccolo centro diventa "residenza artistica"

La consegna della cittadinanza onorariaUn piccolo centro del Vastese che in estate diventa "residenza artistica" facendovi convergere idee e creatività. Accade da 8 anni a Guilmi, con GuilmiArtProject, programma elaborato nel 2007 dai fiorentini Federico Bacci e Lucia Giardino. Di origine guilmese lei, comprarono casa nel centro abitato del Vastese dandovi, successivamente, appuntamento ad amici artisti visivi di Firenze e provincia.

Il 13 agosto c'è stata la presentazione del progetto di fine residenza di quest'anno. È stato curato da Elena Mazzi (di Reggio Emilia), tra i 5 artisti italiani invitati alla prossima Biennale di Instambul, e prende il nome di Avanzi dalla traduzione del titolo in dialetto di una pubblicazione del noto antropologo abruzzese Emiliano Giancristofaro. Leggende, miti e credenze che, "rimpastate" insieme, hanno dato vita a nove storie "pronte all'uso"; associata a ognuna di queste, poi, uno scatto in paese o nei suoi dintorni. Per la presentazione del progetto, le storie sono state lette dall'interno di un furgone in diverse zone del comune; nel retro era possibile ammirare le fotografie associate. Alla curatrice dell'edizione di quest'anno è stata conferita poi la cittadinanza onoraria.

La mostra in via ItaliaGuilmiArtProject quest'anno è riuscito a portare nel piccolo comune dell'Alto Vastese circa 70 artisti provenienti soprattutto da Firenze e Livorno dando nuova linfa - come accade da anni - alla sua estate. Alcuni dei progetti degli anni passati hanno poi girato il mondo nelle più importanti mostre di arti visive.

Il sindaco Carlo Racciatti è entusiasta, infatti spiega che il progetto prevede ogni anno anche "laboratori artistici e iniziative che coinvolgono gli abitanti del posto".
La mostra è visitabile alla Pitech di via Italia. 

Guarda il video Guarda le foto

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi