CHIUDI [X]
 
Vasto   Attualità 09/08/2015

Cobas: "Grande dolore per
la morte di Pino Giampietro"

Primo portavoce della confederazione. Il suo impegno anche nel Vastese

Pino Giampietro

"È una notizia che ha addolorato profondamente tutti noi della confederazione Cobas". Così Domenico Ranieri, segretario provinciale dei Cobas, commenta la morte di Pino Giampietro, 65enne originario di Foggia ma poi trasferitori a Brescia, dove aveva dato impulso alla vita del sindacato, di cui è stato primo portavoce. Da diversi anni si era trasferito a Pescara e aveva seguito da vicino tutte le battaglie portate avanti in Abruzzo. Era un volto noto anche a Vasto, per la sua partecipazione al movimento contro la centrale a biomasse di Punta Penna e a favore dell'associazione delle vittime dell'amianto. "Ci lascia una grande eredità - aggiunge Ranieri -. Cercheremo di impegnarci sempre al massimo per portare avanti tutte le battaglie in cui lui ci aveva guidato". Oggi pomeriggio, alle 15, a Pescara, l'ultimo saluto con un funerale laico.

Una nota di cordoglio è stata inviata anche dal segretario dell'Associazione Italiana esposti all'amianto, Fulvio Aurora. "Apprendiamo la triste notizia della morte dell'amico e compagno Pino Giampietro e ci uniamo al grande dolore della famiglia e della Confederazione Sindacale COBAS, di cui è stato il primo portavoce nazionale, nonché membro dell'Esecutivo.

Resterà nei nostri cuori il suo amore per la libertà e il rispetto della persona umana, oltre ogni confine. La sua prematura scomparsa priva il sindacato di un dirigente autorevole, sicuro punto di riferimento per i lavoratori abruzzesi (in particolare dei nuclei industriali di Vasto, San Salvo e Val di Sangro) e di tutta Italia. Per gli aderenti alla Sezione AIEA Vasto (Abruzzo) è stato un prezioso interlocutore e compagno di battaglie di civiltà, rispettoso dell'autonomia di tutte le associazioni, uomo di alta sensibilità etica e morale, un precursore dei tempi, nella impari lotta contro un capitalismo che si faceva sempre più selvaggio, uno strenuo difensore della Libertà sindacale (messa a così dura prova, in questo lembo d'Abruzzo, soprattutto negli ultimi mesi) e del diritto alla salute e alla vita di lavoratori e cittadini, a partire dai più esposti, al killer amianto e cancerogeni vari.

Nel rivolgergli l'estremo saluto, ci piace quì ricordare la sua “avventurosa” partecipazione (proveniente da Roma) alla storica manifestazione silenziosa che si tenne davanti al Tribunale di Vasto il 20 luglio 2012, per le vittime dell'amianto e in solidarietà per un lavoratore morto a causa di un infortunio, nonché alla vasta mobilitazione popolare a difesa del Mare Adriatico e della Riserva Naturale di Punta Aderci di Vasto, dalla Petrolizzazione selvaggia e dalle Centrali fumogene.

Ciao Pino e grazie per ciò che hai fatto per gli esposti-amianto e per tutti i lavoratori e cittadini. Nel tuo vivo ricordo e con la consueta, storica intesa, con gli amici e compagni della Confederazione COBAS nazionale e d'Abruzzo, continueremo a batterci per un mondo migliore e per una superiore causa di giustizia. Alla famiglia e alla Confederazione COBAS, le nostre più sentite condoglianze".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi