Vasto Marina, al via da domani il mercato d’agosto di Coldiretti - Parte anche la raccolta firme contro il formaggio "senza latte"
Timeout- Il confronto tra Bosco e D'Elisa sulla scuola CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 04/08/2015

Vasto Marina, al via da domani il
mercato d’agosto di Coldiretti

Parte anche la raccolta firme contro il formaggio "senza latte"

Un gazebo di ColdirettiMercato serale d’agosto con raccolta firme da domani sera a Vasto Marina. Ogni mercoledì, dalle 18 alle 23, su lungomare Cordella, in corrispondenza del pontile, decine di gazebo gialli di Coldiretti proporranno ai turisti il meglio della produzione a chilometro zero, fresca e trasformata. Non solo pomodori, cetrioli, pesche e ogni genere di frutta e verdura, ma anche confetture, miele e olio, vino e perfino cosmetici naturali rigorosamente a base di latte d’asina. Così, al termine di una giornata in spiaggia, grandi e piccini potranno gustare il meglio della produzione locale e apprezzare sapori e profumi della provincia teatina.

"Un modo semplice ma di sicuro effetto per fare promozione tra le migliaia di turisti che si recano ogni anno in vacanza a Vasto", commenta il direttore di Coldiretti Chieti Gabriel Battistelli. "Ringraziamo il Comune per aver compreso l’importanza dell’iniziativa e per la collaborazione dimostrata. Il mercato serale è stata una richiesta fortemente voluta sia dai nostri produttori che dai residenti di Vasto Marina, oltre ai tantissimi turisti che negli anni passati hanno dimostrato un altissimo indice di gradimento verso l’iniziativa".

Per evidenziare l’importanza delle produzione made in Italy, domani Coldiretti Chieti proporrà tra gli stand di Vasto Marina anche il banchetto per la raccolta firme contro il formaggio "senza latte". "Con questa petizione, – spiega Battistelli - chiediamo l’impegno del Governo e del Parlamento per garantire la legge vigente n° 138 dell’11/4/74 che tutela i cittadini, garantisce la massima consapevolezza e difende la distintività e l’eccellenza del vero made in Italy agroalimentare di cui il settore lattiero-caseario rappresenta una componente strategica in termini economici e di reputazione dell’Italia nel mondo. Dopo la mobilitazione promossa dalla Coldiretti la Commissione europea ha accordato una proroga fino al 29 settembre 2015 sulla richiesta all’Italia di porre fine al divieto di detenzione e utilizzo di latte in polvere, latte concentrato e latte ricostituito per la fabbricazione di prodotti lattiero caseari previsto storicamente dalla legge nazionale. Invitiamo imprenditori agricoli e consumatori a firmare la petizione, ognuno nel suo piccolo può contribuire a questa importante battaglia contro prodotti di basso standard qualitativo e sapori omologati con ripercussioni sul piano economico, occupazionale ed ambientale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi