CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 22/06/2015

Statale 16, le strisce invisibili:
una donna investita due volte

Inchiesta sulla viabilità / 7

Vasto Marina, incrocio tra la statale 16 e via Martiri Istriani: strisce pedonali scolorite"Una donna è stata investita due volte nel giro di due anni mentre attraversava la strada. Le strisce sono scolorite e gli attraversamenti pedonali non sono per niente visibili", protesta un residente di Vasto Marina.

Se nella parte sud della riviera, anch'essa teatro di numerosi investimenti, alcuni dei quali mortali (come nella funesta estate 2012, in cui a Vasto Marina persero la vita due pedoni), da poco è stata completata l'ottava isola di traffico con funzioni di sicurezza canalizzazione della circolazione, segnalazione dei passaggi pedonali e tutela della sicurezza dei pedoni, nel centro della località bealneare il rifacimento della segnaletica orizzontale nelle scorse settimane è stato solo parziale. Non ha riguardato le quattro zebrature che collegano i due lati della sede stradale.

Ma il problema è anche e soprattutto un altro: gli attraversamenti sono scarsamente illuminati nelle ore serali e notturne. In particolare il più pericoloso, quello poco distante dall'incrocio tra l'arteria adriatica e la strada provinciale Istonia, che collega Vasto alta al litorale. E così lo scorso autunno una donna che abita in zona è stata investita da un'auto, finendo per due mesi in ospedale. Un anno prima era stata vittima di un analogo incidente. Sempre in quel punto.  

Guarda le foto

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi