CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   L'angolo dei lettori 22/06/2015

"Guardate com’è ridotto
questo marciapiede"

Via San Giovanni da Capestrano, la segnalazione di un residente

Vasto. Via San Giovanni da Capestrano"Vorrei segnalare lo stato pietoso in cui versa il marciapiede destro (a salire da Via Ciccarone) di Via San Giovanni da Capestrano a Vasto. Com'è facilmente comprensibile dalle foto allegate, i pedoni sono costretti a fare lo slalom tra le erbacce alte ormai quasi un metro, mentre carrozzelle e passeggini devono accontentarsi della strada o del marciapiede opposto". A raccontare il degrado in cui versa l'area adiacente alla trafficata via Ciccarone è Michele Di Santo Morelli, lettore di Zonalocale.it

"Sono anni ormai che la pulizia di questi pseudo marciapiedi è prevista verso la seconda metà del mese di maggio, visto che si susseguono la festa della Madonna Ausiliatrice e quella del Corpus Domini. In tali ricorrenze una processione religiosa percorre Via San Giovanni da Capestrano, ma quest anno neanche tali eventi sono serviti a dare una parvenza di pulizia.

Anni addietro ci siamo rivolti al settore Servizi del Comune per chiedere una sistemazione del marciapiede in modo da evitare che si riempisse continuamente di erbacce, la risposta fu: 'E' troppo largo, occorrono troppi soldi'.

In tutta la zona - sottolinea Michele Di Santo Morelli - i marciapiedi sono stati rifatti, eliminando l'asfalto e ripristinando la pavimentazione, a partire dall'incrocio tra Corso Mazzini e Via San Giovanni da Capestrano, scendendo, per fermarsi alle palazzine ex-Salto da un lato e proseguendo fin oltre la chiesa dall'altro... gli altri saranno cittadini di serie B, evidentemente".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi