Scerni, cucciolo di capriolo salvato e affidato alla Forestale - Esemplare di pochi giorni trovato a bordo strada questa mattina
 
Scerni   Ambiente 12/05/2015

Scerni, cucciolo di capriolo
salvato e affidato alla Forestale

Esemplare di pochi giorni trovato a bordo strada questa mattina

Christian e Giuseppe con la piccola 'Zoi' (foto Costanzo D'Angelo)"E' un cucciolo di pochissimi giorni, uno, forse due. Ora lo trasferiremo al Centro Recupero Rapaci di Pescara, dove verrà curato e accudito. Tra qualche mese potrà essere liberato in natura". Sono stati gli uomini del comando stazione di Atessa del Corpo forestale dello Stato, il vice sovrintendente Pasquale Appezzato e l'assistente Domenico Di Renzo, a prendere in consegna il cucciolo di capriolo salvato questa mattina a Scerni e portarlo dai loro colleghi pescaresi. "Ho notato questo piccolo animale sul ciglio della strada - spiega la signora Maria De Francesco - e così ho fermato la macchina. Lì sarebbe sicuramente morto e così l'ho portato a casa mia e ho chiamato la Forestale". Ad aiutarla nel primo recupero anche Giampiero Marrone, del gruppo di protezione civile di Scerni. 

Arrivato a casa il capriolo è stato accolto con stupore dai figli di Maria, Christian e Giuseppe, che lo hanno messo sotto delle coperte e lo hanno coccolato fino all'arrivo degli uomini della forestale. A Christian, il più piccolo dei due, che non voleva separarsi da quel cucciolo arrivato in casa, il compito della scelta del nome che, alla fine, è ricaduta su Zoi. "Ora lo faremo curare - ha spiegato il sovrintendente Appezzato a Christian - e quando starà bene andremo a liberarlo insieme. Tra qualche mese potrai rivederla".

Guarda il video Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi