Vincenzo Cosco non ce l’ha fatta, lutto nel mondo dello sport - L’ex allenatore della Pro Vasto è morto dopo una lunga malattia
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 09/05/2015

Vincenzo Cosco non ce l’ha fatta,
lutto nel mondo dello sport

L’ex allenatore della Pro Vasto è morto dopo una lunga malattia

Vincenzo Cosco (foto Cblive.it)Aveva salutato il mondo del calcio con una lettera aperta in cui parlava della sua battaglia contro il cancro [l'articolo]. "Datemi qualche mese: spero di tornare nuovamente in panchina nelle vesti di quel ‘leone indomito’ che è in me", scriveva lo scorso dicembre dopo aver scoperto che il cancro, contro cui aveva già lottato e vinto nel 1996, si era ripresentato malvagio e beffardo.

Vincenzo Cosco, 51enne giocatore e poi allenatore molisano, un "leone" in campo e poi in panchina, è morto questa notte a Larino, dove era ricoverato negli ultimi tempi. A Vasto lo ricordano con tanto affetto per aver giocato con la Vastese e poi aver allenato la Pro Vasto nelle stagioni 2002/2003 e 2003/2004, con un terzo e un secondo posto e il ripescaggio in C2. La sua ultima squadra, dopo una buona carriera tra C e D, è stata la Sassari Torres.

Oggi il mondo dello sport è in lutto per la scomparsa di una persona vera, che anche nella sua ultima battaglia aveva conservato la sua grinta e la sua trasparenza, dichiarando a tutti cosa stava passando invece che nasconderlo. In tutte le città dove Cosco ha giocato e poi allenato ha lasciato sempre grandi ricordi grazie al suo essere persona vera prima che professionista. Oggi sono in tantissimi a piangerne la prematura scomparsa.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi