Stalking, divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri dalla ex - Misura cautelare nei confronti di un 55enne vastese originario della Puglia
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


26 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 24/03/2015

Stalking, divieto di avvicinarsi
a meno di 500 metri dalla ex

Misura cautelare nei confronti di un 55enne vastese originario della Puglia

Una volante in uscita dal CommissariatoIndagini esperite dalla Sezione di polizia giudiziaria della Polizia di Stato della Procura di Vasto e del locale Commissariato di P.S., diretto dal vice questore Alessandro Blasio, hanno fatto scattare l'esecuzione della misura cautelare del divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri dalla vittima e dal figlio e dai luoghi abitualmente frequentati dagli stessi a carico di un 55enne di Vasto, originario della Puglia.

Come ricostruito dalla polizia, infatti, quando - dopo circa sei mesi di convivenza - una donna straniera ha deciso di interrompere la relazione con il 55enne, lo stesso, non accettando la decisione della donna, ha cominciato a perseguitarla, inizialmente con numerose telefonate, mirate a convincerla a tornare sui suoi passi, e, successivamente, con vere e proprie minacce.

In un episodio l’uomo ha seguito la donna nei pressi dell’istituto scolastico frequentato dal figlio di lei e, all’ennesimo rifiuto della donna, l'ha minacciata di morte con una pistola. Questo e altri gravi episodi hanno così costretto la donna a sporgere querela nei suoi confronti.

Le indagini immediatamente esperite dalla polizia, in seguito ad una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione dell’uomo, hanno permesso di rinvenire e sequestrare la pistola, risultata essere un’arma giocattolo, usata per intimorire la donna.
Nonostante l’avvio di procedimenti penali nei suoi confronti l’uomo, però, non ha posto termine alla sua condotta, continuando a perseguitare la donna con appostamenti nei pressi del luogo di lavoro, alla fermata dell’autobus e nei luoghi frequentati dalla vittima nonché ingiuriandola in più occasioni.

Negli ultimi tempi, inoltre, l’uomo passava di continuo, con la sua auto, davanti alla fermata dell’autobus, dove la donna sostava quotidianamente con il figlio minore per accompagnarlo a scuola, guardandola con aria minacciosa, incutendo timore, tra le altre cose, anche al minore.

Così, al termine delle indagini, per l'uomo è scattata la misura cautelare del divieto di avvicinarsi a meno di 500 metri dalla vittima, dal figlio e dai luoghi abitualmente frequentati dagli stessi.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi