CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 marzo 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Torrebruna   Cronaca 24/03/2015

In arrivo fondi per il dissesto
ma la sp162 potrebbe non riaprire

D’Alfonso: ’Errore pensare che gli angeli facessero la manutenzione’

La strada franataPer tornare ad una situazione di normalità ci vorrà del tempo, forse in qualche caso ciò non avverà mai. “Occorre stabilire le priorità, ma è fondamentale che i Comuni presentino progetti dettagliati ed immediatamente eseguibili”. E’ il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, a dirlo agli amministratori locali riuniti nella sala consiliare di Celenza sul Trigno e nella sede della ex comunità montana a Torrebruna. Il governatore ha visitato i luoghi maggiormente colpiti dalle frane. Su tutti la provinciale 162, venuta giù lo scorso 19 marzo e da allora chiusa al transito, interrompendo il collegamento tra Fraine e Castiglione Messer Marino. Sul posto c’è anche l’ingegner Emidio Primavera, del Genio Civile, che esprime tutte le sue perplessità. “Una strada qui non doveva essere costruita”. Quando gli chiedono i possibili tempi per un ripristino la risposta è emblematica. “E’ più la spesa che l’impresa”. Potrebbe essere un ponte bailey a tamponare l’emergenza. “Ma bisognerà valutare il costo dell’operazione”, spiega D’Alfonso. L’ipotesi, però, è che questa strada non verrà mai più riaperta, o almeno non in tempi “umani”. Per questo sindaco e vicesindaco di Fraine, per evitare l’isolamento del loro paese, chiedono che vengano effettuati lavori urgenti alla strada che passa per Roccaspinalveti, dove c’è il ponte Rio Torto che minaccia di crollare da un momento all’altro [il video].

L'intervista a D'Alfonso [il video

D'Alfonso sulla frana della provinciale 162

Intanto si stanno attrezzando per rimettere in sesto una strada interpoderale che, a questo punto, diventerebbe la nuova provinciale. Nel suo giro D’Alfonso ha visitato altre frane, nel territorio di Castiglione, lungo la strada che porta a Schiavi, verso Torrebruna. Poi, ai sindaci, ha dato i numeri delle risorse da impiegare sul campo. “Ci sono 84 milioni a disposizione della Regione – spiega D’Alfonso -. Venticinque derivanti da fondi europei, altrettanti dal governo. Dieci milioni arrivano dal ministero dell’ambiente, 20 dal PSR e 4 dal ministero dei lavori pubblici”. Fondi che non basteranno per le 230 frane presenti in Abruzzo “e con altre che certamente si verificheranno alle prossime ondate di maltempo”. Per questo sarà necessario stabilire delle priorità di intervento “partendo dalla progettazione, che deve essere molto precisa”. D’Alfonso, nel parlare ad amministratori e cittadini, non manca di tirare una stoccata a chi ha guidato gli enti in passato. “E’ stato un errore che gli angeli facessero la manutenzione. C’è stato un odio verso la manutenzione, perché le opere ben tenute non fanno tagliare nastri, al contrario di quelle nuove. Ed ecco cosa è accaduto in tutta la regione”. Un aiuto all’Abruzzo potrebbe arrivare dal Governo. Nel Consiglio dei Ministri di venerdì dovrebbe essere deliberato il riconoscimento dello stato di emergenza. “Sono state molto importanti le relazioni dei sindaci sui danni del maltempo – spiega D’Alfonso -, in particolare quelle legate all’interruzione della fornitura dell’elettricità”. Anche dalla provincia c’è disponibilità di fondi per la risistemazione delle frane. “Mettiamo a disposizione una somma ripartita in tranche da 50-60mila euro – spiega Tommaso Coletti – da utilizzare per le situazioni di somma urgenza”. Tra queste, ad esempio, ci saranno le due frane che interessano la strada per Castiglione, dove i lavori possono essere immediatamente eseguiti. 

Guarda il video Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti


Video - Frane: 'Lavori di emergenza e risanamento'

Servizio di Giuseppe Ritucci - Riprese e montaggio di Nicola Cinquina
Il presidente della regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, ha effettuato il sopralluogo sulle frane del Vastese 



 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi