Evasione fiscale, firmato il protocollo d’intesa con l’Anci - Lapenna: "Un grande passo nella direzione della legalità"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 18/03/2015

Evasione fiscale, firmato il
protocollo d’intesa con l’Anci

Lapenna: "Un grande passo nella direzione della legalità"

La firma del protocolloIl Presidente dell’ANCI – Abruzzo e Sindaco di Vasto, Luciano Lapenna, il Direttore Regionale dell’Agenzia dell’Entrate, Federico Monaco, e il Generale di Brigata della Guardia di Finanza della Regione Abruzzo, Flavio Aniello, hanno sottoscritto a L’Aquila, nella giornata di martedì 17 marzo presso la Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, un protocollo di intesa relativo a promuovere le modalità, gli strumenti e le soluzioni atte a favorire lo sviluppo della partecipazione dei Comuni all’attività di recupero dell’evasione dei tributi statali.

Come spiegato dagli uffici comunali, il Protocollo, al fine di potenziare l’azione di contrasto all’evasione fiscale, in attuazione dei principi di economicità, efficienza e collaborazione amministrativa, prevede la partecipazione dei Comuni all’accertamento fiscale dei tributi erariali, riconoscendo una quota pari al 50% della quota dei tributi statali sulle maggiori somme riscosse anche a titolo non definitivo. Inoltre, stabilisce, per gli anni 2012, 2013 e 2014, l’elevazione al 100% delle maggiori somme riscosse, anche a titolo non definitivo, quale quota dei tributi statali riconosciuta ai Comuni per la partecipazione al contrasto all’evasione fiscale.

“Un grande passo nella direzione della legalità e della partecipazione alla lotta all’evasione fiscale – ha sottolineato nell'occasione Luciano Lapenna – dove i Comuni saranno in prima linea, per quanto di loro competenza, per il recupero delle somme evase, così da potersi vedere riconosciuta una quota di denaro sottratta all’evasione e poterla reinvestire nei propri territori".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi