Bar della stazione, nella notte l’ennesimo furto: "Siamo stufi" - Portate via slot, cambiamonete e stecche di sigarette. La rabbia delle titolari
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 13/03/2015

Bar della stazione, nella notte
l’ennesimo furto: "Siamo stufi"

Portate via slot, cambiamonete e stecche di sigarette. La rabbia delle titolari

La porta da cui sono entrati i ladri"Siamo stufi. Così è davvero dura andare avanti". C'è tanta rabbia nelle parole di Stefania La Verghetta e sua madre, titolari del bar Trenogrill presso la stazione ferroviaria di Vasto-San Salvo. Questa notte c'è stato un furto ai danni della loro attività, l'ennesimo. Poco più di un anno fa i ladri, dopo aver sfondato una vetrata, avevano portato via decine di stecche di sigarette [l'articolo]. Stanotte, invece, l'attenzione dei malviventi si è concentrata sulle slot machines e sul cambiamonete posizionati all'interno del locale. I ladri sono entrati dalla porta d'ingresso dal lato dei binari. "Hanno scardinato il cancello metallico servendosi di mazze e picconi - raccontano le titolari -, poi hanno forzato la porta". Le apparecchiature per il gioco costituiscono un blocco unico. "Avevamo chiesto alla ditta di unirle - spiegano - perchè tempo fa avevano provato a forzare il cambiamonete". 

Ma i ladri non si sono fatti di certo spaventare dalle tre pesanti apparecchiature unite tra di loro. Senza pensarci troppo hanno preso questo blocco unico e lo hanno portato via. "Non sappiamo come hanno fatto a fuggire, la polizia sta guardando le immagini delle telecamere della stazione alla ricerca di immagini utili". Prima di andar via la banda ha arraffato tutti i pacchetti di sigarette che c'erano negli scaffali, per un valore di 800-1000 euro, e anche alcune confezioni di merendine. 

Gli scaffali delle sigarette vuotiNelle parole delle titolari del bar c'è tutto lo sconforto per questo ennesimo episodio di cui sono vittime. "Abbiamo preso tutte le precauzioni, messo grate, allarmi, ma sembra non servire niente". Nel dibattito sullo stato di abbandono dello scalo ferroviaio di Vasto-San Salvo, qualche mese fa proprio Stefania era intervenuta con un messaggio positivo e di difesa di questo luogo fondamentale per il territorio [l'articolo]. Oggi, dovendo fare i conti con un episodio che manda all'aria tanti sacrifici quotidiani, l'umore è ben diverso. "Ho perso la pazienza - si sfoga sua madre -. Non sappiamo più cosa fare. Ormai viviamo con il pensiero di quando ci sarà il prossimo furto".

L'ultimo di una serie di episodi rilancia il problema della sicurezza della stazione ferroviaria e, in generale, del suo stato di progressiva perdita di importanza. La sensazione è che lo spirito di difesa (e magari il rilancio) di questo luogo vada a ondate, accendendosi quando magari viene annunciato qualche taglio per poi scemare e restare nel silenzio durante il restante tempo.

Guarda le foto

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi