Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Eventi 13/03/2015

’Messaggeri del mare’, nuotata
nel ricordo dei sette capodogli

Dopo la traversata a Vasto Marina, un convegno nell’aula magna del “Mattei”

I messaggeri del mareSabato 14 marzo, a partire dalle 7.30, effettueranno una traversata a nuoto simbolica di un chilometro e mezzo, senza muta, nel tratto di mare antistante Vasto Marina, in ricordo dei sette capodogli spiaggiatisi a Punta Penna lo scorso mese di settembre, probabilmente a causa dell’inquinamento marino [il video dei capodogli salvati]. Protagonisti della nuotata, che partirà dal Trabocco Cungarelle e si concluderà all’altezza del lungomare Ernesto Cordella, nei pressi dello stabilimento La Luccioletta, saranno i “Messaggeri del Mare”, associazione toscana che si dedica interamente alla natura e, in particolare, alla tutela del mare.

I capodogli a Punta Penna [clicca qui]

L’evento di sabato 14 marzo, intitolato “Save the little whale Gegè”, si articolerà in due fasi: dopo la traversata a nuoto lungo la costa entro i 200 metri dalla riva, i “Messaggeri del Mare” si sposteranno nell’aula magna dell’Istituto d’Istruzione Superiore “E. Mattei” di Vasto, dove incontreranno studenti, associazioni ambientaliste e autorità cittadine, ai quali racconteranno la loro intensa e profonda esperienza con il mare, visto come una risorsa da tutelare, valorizzare e proteggere. Obiettivo della manifestazione è sensibilizzare l’opinione pubblica e, soprattutto, educare le nuove generazioni al rispetto dell’ambiente. Ad affrontare la traversata senza muta per manifestare contro le trivellazioni nell’Adriatico e contro l’inquinamento ambientale saranno, nello specifico, Pierluigi Costa e Lionel Cardin, affiancati da due subacquei soccorritori di supporto, Marco Sartore e Alberto De Simone, con muta, pinne e maschera.

Ogni giorno dell’anno, Pierluigi e Lionel nuotano in mare aperto, in estate almeno per tre ore al giorno, per allenare il corpo e la mente all’acqua salata e prepararsi anche spiritualmente a lunghe traversate, spesso documentate con bellissimi filmati, alcuni dei quali saranno proiettati nell’aula magna del “Mattei”, girati da Sky Sport e Rai.

Paola Cerella

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi