Ventisei borse lavoro per le mense scolastiche a San Salvo - Il sindaco Magnacca: "Dimostrazione di attenzione vera e tangibile per il sociale"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Attualità 12/02/2015

Ventisei borse lavoro per le
mense scolastiche a San Salvo

Il sindaco Magnacca: "Dimostrazione di attenzione vera e tangibile per il sociale"

Il Comune di San SalvoNuovo avviso pubblico del Comune di San Salvo per ventisei borse lavoro per le mense scolastiche da effettuarsi in due turni e per la durata massima di cinque mesi. A ogni borsista sarà corrisposta un’indennità mensile pari a 400 euro per 15 ore di lavoro settimanali. Il primo turno sarà coperto dai primi 13 che risulteranno in graduatoria utile.

L'annuncio arriva dagli uffici comunali di San Salvo, che precisano che "le domande potranno essere presentate entro le ore 14 di martedì 24 febbraio 2015. L’avviso pubblico è riservato ai disoccupati di lunga durata residenti a San Salvo. Requisiti richiesti per l’ammissione all’avviso pubblico è lo stato di disoccupazione da almeno un anno, la residenza nel Comune di San Salvo, età compresa tra i 18 e i 65 anni, esperienza lavorativa di almeno tre mesi nel settore della distribuzione dei pasti all’interno di scuole o strutture pubbliche/private o nella somministrazione di alimenti e bevande e il possesso dell’attestazione Isee aggiornata ai redditi 2013". L’avviso è stato pubblicato all’albo on-line e sul sito web del Comune (clicca qui), disponibile anche presso l’Ufficio Informagiovani e lo sportello comunale Urp, unitamente allo schema di domanda.

"Tra i requisiti richiesti abbiamo dato una premialità alle famiglie – ha sottolineato il sindaco Tiziana Magnacca – tenendo conto della composizione del nucleo familiare, in particolare per la presenza di minorenni. Infatti dove ci sono due o più figli minorenni il punteggio viene alzato. È l’ennesima dimostrazione di attenzione vera e tangibile per il sociale con criteri a sostegno del reddito verso chi è in difficoltà ed ha figli minori".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi